Glossario di Economia Politica

Di Redazione Studenti.

Descrizione di elementi di Economia Politica come: titoli, cambiali, assegni,obbligazioni e banche

I titoli di credito sono documenti che incorporano il diritto in esso menzionato (diritto circolare), in modo che essere legittimi possessori di tali documenti significa essere creditori della prestazione in essi menzionata.

La legittimazione è la possibilità di esercitare legalmente e validamente il diritto incorporato che è attribuita al possessore sia esso titolare o meno del credito

I titoli al portatore sono i titoli emessi senza il nome del prenditore non essendo intestati a una persona determinata.

I titoli all'ordine sono i titoli intestati al nome del prenditore con clausola all'ordine o altra equivalente, espressa, oppure inerente alla natura del titolo

La girata è un negozio giuridico con cui il possessore trasferisce il titolo a un'altra persona (giratario)

La carta di credito costituisce uno strumento che consente di effettuare acquisti di beni e servizi presso negozi, agenzie, alberghi convenzionati senza immediato esborso di contante e obbligando l'emittente della carta di credito, che ha l'onere del pagamento.

La carta assegni è un documento di riconoscimento che garantisce i prenditori di assegni rilasciati dal titolare del documento stesso, sull'esistenza della copertura entro limiti prefissati. È rilasciata dalla banca al proprio cliente in modo che questi non incontri difficoltà al momento di effettuare pagamenti a mezzo assegni bancari.

La cambiale è un titolo di credito all'ordine, astratto, formale, completo ed esecutivo contenente la promessa incondizionata di pagare o di far pagare al legittimo possessore una determinata somma nel tempo e nel luogo indicati.

Funzione della cambiale
La funzione economica della cambiale è quella di agevolare il ricordo al credito e di favorire la circolazione della ricchezza futura dei consumatori

Nella Cambiale Tratta: il traente (creditore) da ordine al trattario(debitore) di pagare una somma a una terza persona (prenditore)
Essa è un ordine di pagamento che include tre persone:
Traente: colui che da l'ordine di pagare
Trattario: colui che viene designato a pagare. Diventa obbligato se accetta (con la finna) altrimenti non lo è.
Prenditore : è colui che deve farsi pagare o di pagare un altro soggetto per lui.
La cambiale potrà in seguito essere girata verso un altro creditore che costui potrà fare nei confronti di un altro.

Requisiti della Cambiale
I requisiti essenziali di una cambiale sono: (denominazione di cambiale, sottoscrizione dell'emittente o del traente, promessa o ordine di pagamento, nome del trattario o del primo prenditore, data di emissione.) Tutti questi sono i motivi per i quali la cambiale diventa nulla anche per la mancanza di un solo parametro; La cambiale da obbligazione, diventa una semplice promessa di pagamento o di riconoscimento di un debito, e in oltre deve essere in regola con i bolli.

La girata : si esegue semplicemente apponendo la sottoscrizione di solito sul tergo del titolo, e non può essere sottoposta a condizione, ne parziale. Non è necessario che contenga in nome del giratario: se tale indicazione manca, la girata si dice in bianco e avrà valore con la semplice consegna(della persona che la possederà alla scadenza).

L'Accettazione: è un atto tipico della cambiale tratta consistente nella sottoscrizione apposta dal trattario sul titolo con la quale egli assume l'obbligo di pagare la somma indicata nel titolo e diviene obbligato principale.

La mancanza di Accettazione: comporta che per il pagamento nei confronti del prenditore,sarà responsabile il traente e i giranti (di regresso).

Emissione: è quando il traente dopo aver sottoscritto la cambiale, la consegna al prenditore. —Di conseguenza trattario e traente si assumono la responsabilità di pagamento.

Pagamento
La cambiale va pagata al momento della scadenza, se questo giorno cade in uno festivo si avrà tempo entro i prossimi due giorni feriali recandosi nel luogo segnalato nella cambiale stessa.

Ci sono 2 tipi di Obbligati:

- obbligati principali: che sono emittente del pagherò , trattario che ha accettato la tratta.

-obbligati di regresso : che sono i traenti e i giranti

Il pagamento della cambiale da luogo all'estinzione delle obbligazioni.

Mancato Pagamento: Azioni

Nel caso di mancato pagamento il portatore di titolo può rivolgersi all'autorità giudiziaria per ottenere la realizzazione del suo diritto (AZIONE).

L'azione attiva un procedimento giudiziario sotto il controllo del giudice. Una delle azioni che si possono esercitare sono le "cambiarie" che possono essere di regresso o dirette.

• L'azione diretta viene esercitata dal possessore del titolo contro l'obbligato principale. Se la cambiale non è in regola con i bolli perde la sua esecutività, quindi l'azione diretta è possibile passando dal processo di cognizione.

• L'azione di regresso viene esercitata contro gli obbligati di regresso e può attuarsi prima della scadenza quando ad es. si rifiuta o alla scadenza per il mancato pagamento previo il protesto.

Protesto: è un atto pubblico, compiuto da un Notaio o da un ufficiale giudiziario, che attesta l'avvenuta presentazione della cambiale e il rifiuto da accettazione o di pagamento.

Il notaio si presenta al domicilio del trattario del Vaglia e chiede il pagamento. Se l'obbligato si rifiuta vengono scritti i motivi del rifiuto sulla cambiale e formalizza il Protesto.

L'Assegno bancario è un titoli di credito all'ordine o al portatore, formale e completo, contenente l'ordine rivolto a una persone (traente) ad una banca (trattario) di pagare a vista una somma determinata al beneficiario. È un ordine che fa una persona, per esempio acquistando un auto, alla sua banca di pagare una det. somma verso un altro soggetto (ad es. il proprietario dell'autosalone).

Moneta: tutto ciò che viene considerato mezzo generale per il pagamento per l'acquisto di beni o per l'estinzione di debiti.

La moneta cartacea è un simbolo il cui valor è frutto di una convenzione poiché la materia di cui è composta è priva di un valore intrinseco.

Biglietti a corso forzoso cioè non sono convertibili in oro e hanno un potere liberatorio illimitato, perché devono essere accettate da tutti in pagamento per disposizione di legge.

Le banconote hanno un corso legale, cioè devono essere accettate da tutti in pagamento per disposizione de legge. La moneta si divide in tre tipi per il pagamento : moneta legale, moneta commerciale e moneta bancaria.

La Moneta Legale è costituita dalle banconote emesse dalla banca che non hanno un valore per il loro materiale ma per il valore a loro attribuito.

La Moneta Bancaria è costituita dai depositi bancari ovvero moneta legale,cambiali ,crediti, depositati presso una banca

La Moneta Commerciale consiste principalmente nelle cambiali .

L'assegno Circolare è un impegno che ha la banca di pagare a vista a una persona per una det. somma.

Circolazione della moneta: Una grande differenza tra moneta legale e moneta bancaria è che quella legale ha corso forzoso e legale mentre quella bancaria e commerciale hanno corso fiduciario, cioè chi accetta un pagamento con moneta a corso fiduciario significa che mostra fiducia nella solvibilità.

Liquidità: è la capacità della moneta di essere utilizzata per acquistare beni e servizi.

La moneta a corso legale viene emessa dalle autorità monetarie pubbliche ovvero la Banca centrale. Lo stato chiede moneta quando non è in grado di provvedere alle proprie spese ordinarie con i tributi.

In cambio del debito lo stato rilascia dei titoli ad es. i Bot.

L' inflazione è la tendenza ad un continuo aumento generale dei prezzi dei bene e servizi con conseguente diminuzione del potere di acquisto della moneta. Il fenomeno contradditori è la deflazione.

Le banche sono imprese che raccolgono denaro dei risparmiatori per prestarlo,dietro compenso, a chi ne ha bisogno. Chiedono prestiti alla Banca d'Italia per aumentare la loro disponibilità di moneta da prestare.

Tasso ufficiale di sconto: è l'interesse che si fa pagare la banca centrale per l'emissione del prestito monetario. Questo tasso è il costo attribuito al denaro sia per le banche che per i suoi clienti: le banche adeguerà il saggio (libero di sconto) da fare pagare ai suoi clienti in misura maggiore a quello del tasso di sconto ufficiale,(per trarne del guadagno) altrimenti i costi delle banche sarebbero maggiori a quello dei ricavi. Questo tasso è fissato dalla banca europea con l'accordo di altre banche nazionali.

Se un cliente, in possesso di una cambiale, ha bisogno del denaro prima della scadenza della stessa potrà avere il denaro anticipatamente recandosi in banca e farsi "scontare" la cambiale; però la banca che effettuerà questa operazione detrarrà dalla somma una percentuale pari al saggio libero di sconto(sempre per trarne guadagno). La banca aspetterà la scadenza della cambiale e ritirerà l'intera somma + la percentuale detratta dal cliente, se non può anch'essa aspettare fino alla scadenza potrà riscontarla alla banca d'Italia pagando il tasso Ufficiale di sconto (+basso di quello fatto pagare al cliente).

Rapporti con l'Estero: se le esportazioni superano le importazioni in un paese si avrà un incremento della moneta nazionale. Es. se l'Italia esporta pasta agli USA, gli stessi pagheranno in dollari, allora l'Italia cambierà i dollari in €(stampare nuove banconote) e se la stessa Italia importa dalla Corea materiale elettronico dovrà pagare in dollari e quindi ricambierà gli € in dollari. Quindi la moneta nazionale Italiana avrà + valore. (se IMPORT<EXPORT)

Base Monetaria : è il complesso di moneta legale circolante in un paese.

Le Banche,agendo tra loro, moltiplicano la base monetaria nel seguente modo: Se tizio deposita una somma nel suo conto, la sua banca userà una parte della somma come prestito a Caio che vuole acquistare una casa. Sempronio costruttore della casa, sarà pagato da Caio e di conseguenza Sempronio depositerà in banca la somma ricevuta che a sua volta ripeterà la vicenda.

Le banche però non possono prestare tutta la loro moneta depositata ma devono per legge tenere una riserva obbligatoria. In questo modo si è cercato di impedire che le disponibilità della baca terminassero per poi non poter far fronte alle esigenze di un cliente.

Questo procedimento da luogo a una moltiplicazione dei depositi ottenibili con una formula: A= 1/r * D, dove r è la riserva obbligatoria e D il deposito iniziale. Questo significa che più è basso il coeff. Di riserva obbligatoria più potente sarà il moltiplicatore dei depositi.

Valore della moneta: la moneta ha diversi valori.

• Valore intrinseco : è il valore del materiale con cui è fatta la moneta, la banconota di carta ha un valore intrinseco irrisorio.

• Valore nominale : è il valore attribuito alla moneta o alla banconota inciso anche sulla stessa o sulla carta filigranata.

• Potere d'acquisto : è la quantità di beni e servizi che posso acquistare con l'impiego della moneta. Es. con la banconota da 2€ il suo P.d'A. è di 1 litro di latte, di benzina.

• Valore di cambio : è il rapporto tra la moneta di un paese e le monete straniere.

La moneta può cambiare il suo valore (potere d'acquisto) se cambiano i prezzi dei beni. Ad Es se i litro di benzina costava 2€ e adesso costa 4€ io adesso non potrò più comprare llitro di benzina con 2€, ma solo mezzo, quindi il valore della moneta si è dimezzato. Per fare una valutazione di carattere generale usiamo questa formula: Potere d'acquisto

1LP dove P è il livello generale dei prezzi.

Equazione degli scambi: è una relazione tra la quantità di moneta in circolazione e i prezzi o il suo potere d'acquisto. La formula è: MV=PQ dove M è la quantità di moneta, V è la velocità di circolazione, P livello generale dei prezzi e Q che è la quantità dei beni acquistati in un tempo stabilito. Es. se con una banconota da 10 € acquisto un libro a sua volta il libraio compera delle mele (per 10€), il fruttivendolo compera le sigarette abbiamo ,per la relazione,che 10€ ovvero la moneta, viene usata per tre volte e il rapporto ci da 30€ che è uguale al rapporto del prezzo dei beni (P, in questo caso tuffi 10€) e la quantità (che è 3) avendo l'uguaglianza di 30€ = 30€.

Da questa relazione possiamo ricavare la formula P=MV/Q che ci permette di calcolare il potere d'acquisto della moneta in relazione con la moneta in circolazione. Infatti possiamo dire che se aumenta l'offerta di moneta, bisogna aspettarsi un aumento dei prezzi ovvero un Inflazione.

Operazione bancarie : la banca per svolgere le sue attività intermediatrici ha 2 tipi di operazioni:

• PASSIVE-* operazioni in cui sì raccoglie denaro dai risparmiatori, che se ne privano, in cambio che la banca glieli restituisca e gli paghi degli interessi(detti passivi). Tipica operazione-*dcposito bancario e Riscontro

• ATTIVE-* operazioni in cui il denaro raccolto lo si impiega concedendo dei prestiti in cambio di un determinato compenso(detto interesse attivo). Gli interessi sono compresi in una fascia dove il minimo PRIME RATE è per i clienti affidabili, mentre il massimo TOP RATE è per i meno affidabili.

Deposito bancario : un risparmiatore deposita una somma di denaro a una banca, che è obbligata a restituirla nella stessa specie monetaria: a seconda della durata del deposito si distingue deposito a vista , rimborsabile a semplice richiesta del risparmiatore, e il deposito vincolato , rimborsabile dopo una scadenza o con un preavviso di alcuni giorni. A seconda del tipo di deposito il risparmiatore percepisce un interesse + o - alto.

Gli interessi bancari: la banca, come impresa, mira a un profitto, e lo trae dalla differenza degli interessi passivi e quelli attivi, cioè per trarre guadagno gli interessi passivi devono essere inferiori a quelli attivi. Gli interessi sono espressi in % rispetto al capitale raccolto/prestato e su base annua.

Liquidità bancaria: si intende la capacità di una banca di far fronte tempestivamente ed economicamente ai propri impegni di pagamento.

Operazioni accessorie: le banche svolgono delle operazioni alternative alle principali, quali:

• Servizio di cassette di sicurezza:

• Deposito titoli in amministrazione;

• Servizi di pagamento;

• Servizio cassa continua.

Il cambio: poiché nei rapporti di scambio tra Paesi diversi manca una moneta legale obbligatoriamente accettata da tutti gli Stati, per effettuare i pagamenti bisogna cambiare la moneta nazionale con la moneta dell'altro Paese scambista. Quindi per comprare la moneta di un altro Paese pagandola con la nostra moneta dobbiamo versare un determinato importo o prezzo: questo prezzo prende il nome di tasso di cambio .

Tasso di cambio: è il prezzo di una moneta espresso in un'altra moneta. Il mercato che regola queste vendite/acquisti èil mercato dei cambi .

Mercato valutano: è il luogo d'incontro dell'offerta e domanda di valuta estera; riferito a noi:

• DOMANDA di valuta ESTERA : (cessione di nostra moneta per acquistarne di estera) si ha nel caso delle importazioni.

• OFFERTA di valuta ESTERA : (cessione di moneta estera per acquistarne di nostra) si ha nel caso delle esportazioni.

Si dice cambio di equilibrio quello che uguaglia domanda e offerta di moneta.

Le variazioni dei cambi: le variazioni dei cambi creano nuovi rapporti di cambio che detenninano il DEPREZZAMENTO o 1'APPREZZAMENTO della moneta nazionale. Se queste variazioni si stabilizzano si procede alla SVALUTAZIONE o la RIVALUTAZIONE del cambio.

Effetti della svalutazione: può provocare effetti positivi sull'economia del Paese poiché da un impulso all'esportazione perché i prezzi delle merci scendono, a patto che l'inflazione non aumenti perché altrimenti salirebbero nuovamente i prezzi e l'effetto positivo si concluderebbe.

Le variazioni delle riserve ufficiali: rappresentano tutti i mezzi di pagamento accettati comunemente da tutti i paesi; con l'utilizzo di queste riserve la banca centrale può fronteggiare momenti difficili e assicurare ai propri operatori la continuità delle importazioni. Le riserve aumentano o diminuiscono in funzione dell'avanzo o del disavanzo della bilancia dei pagamenti. In caso non bastino le riserve bisogna ricorrere a prestiti internazionali, che parò devono essere al più presto riparati per non incorrere in altri tipi di problemi.