Come diventare notaio

Di Rosario Morabito.

Tutto sul diventare notaio. Gli studi da fare e molto altro ancora

Quella del notaio è da sempre una posizione molto ambita: il numero dei notai in circolazione è fisso in campo nazionale in base alla popolazione locale ed una volta avviata, la professione rimarrà attiva e redditizia per sempre, anzi, si tramanderà di padre in figlio.

Insomma, arrivare ad esercitare la professione di notaio equivale a conquistare quella sicurezza che ormai non è più garantita da nessun settore: pensate che un notaio ha diritto a circa l'8 per cento su ogni atto stipulato. Adesso considerate che in uno studio notarile si fanno almeno dieci atti al giorno, e che un atto può costare anche centinaia di milioni.....a cui poi vanno aggiunte, da parte del cliente, le tasse notarili.

Inoltre durante i primi anni di attività - ovvero quando gli studi notarili non possono contare su un portafoglio di clienti collaudato - i notai vengono tutelati dalla cassa notoria, che assicura loro uno stipendio mensile di diversi milioni.

Ma proprio per questo l'impresa non è facile: se non si è figli di notai o amici intimi, entrare nella loro "casta" sembra un'utopia. Una volta conseguita la laurea di secondo livello, bisogna iniziare l'attività di pratica presso uno studio notarile: durante questo periodo, il praticante deve consegnare ogni due mesi al consiglio notarile distrettuale un certificato redatto dal notaio stesso che attesti la sua attività di tirocinio.

Concluso questo periodo, si passa alla "preselezione informatica", ovvero un esame composto da trenta quiz a cinque risposte sul codice civile. Superata questa fase, si può sostenere l'esame. Il bando è annuale ed in genere non contempla più di duecento posti su tutto il territorio nazionale.

L'esame si articola in tre diverse prove scritte : un atto "inter vivos" come, ad esempio, una vendita; un atto "mortis causa" - un testamento ; ed un atto di "volontaria giurisdizione" - ad esempio un ricorso al tribunale. I tre documenti devono essere prima redatti e poi commentati a seconda delle richieste della traccia.

La selezione del concorso è tutta qui: seguirà un orale su varie materie - segnaliamo diritto notarile e fiscale- ma è più che altro una formalità.