A spasso per Lisbona

Di Sara Granata.

"Da subito, mi appari posata sul Tago come una città che sta navigando ..." Josè Cardoso Pires, uno dei maggiori narratori portoghesi contemporanei, descrive Lisbona come un città-nave, un'imbarcazione con strade, piazze e giardini adagiata sul fiume Tago. Infatti, a guardarla dall'alto appare proprio come una grande nave... bellissima

L'itinerario , che ho scelto questa settimana per la vostra gita scolastica, vi conduce in un paese muy caliente , nell'incantevole Lisbona , una terra ricca di tradizioni e di cultura che vi incanterà col suo fascino latino....

L'ideale è andarci in aereo, visto che partire con altri mezzi richiederebbe almeno 2 giorni di viaggio. L'aereoporto di Lisbona dista 13 km dalla città ed è ben collegato col centro. La prima sensazione che si ha all'arrivo è molto piacevole, la calura è rinfrescata dalla fresca brezza oceanica.

La città non è direttamente sul mare, da cui dista pochi km, ma si affaccia sulla vasta foce del fiume Tago , per cui si ha l'impressione di trovarsi sull'Oceano.
La prima tappa di questo viaggio conduce verso Praça de Commercio , una delle piazze più grandi del mondo, circondata da grandi viali, al cui centro troneggia la statua equestre di re Josè I. Da qui è possibile raggiungere facilmente ogni zona della città, grazie alla sua posizione centrale. La città è molto animata , brulica di gente, i lisbonesi si confondono coi turisti.

Per ammirarla in tutto il suo splendore, bisogna camminare col naso per aria, guardare gli edifici antichi che affiancano quelli ultramoderni, in un mix davvero particolare.
Un altro consiglio per conoscere la Lisbona vera, è quello di girarla in tram , salendo sulle carrozze dei primi del '900 per un'arrampicata sulle strade più belle e più caratteristiche. Infatti, la città sorge su 7 colli (proprio come Roma) ed è un continuo saliscendi.

Con soli 0,85 euro potrete rivivere l'atmosfera del passato, percorrendo sul tram n°28 le vie più antiche dei quartieri del centro storico. Un tuffo nelle atmosfere evocate da Wim Wenders in "Lisbon Story" anche grazie alla musica dei Madredeus , considerati gli ambasciatori della musica portoghese (un film da vedere prima di partire).
Appuntamento al Bairro Alto , la collina di artisti e musicisti, uno dei quartieri più pittoreschi con la sua architettura che risente di stili diversi, le sue botteghe, le tascas (le tradizionali osterie). Qui è nata Amalia Rodrigues , la regina del fado , il canto popolare lusitano della nostalgia.
Un bellissimo angolino è il Miradouro de Santa Caterina , da cui oltre ad ammirare il panorama della città, potrete vedere la gente del posto che si incontra per chiacchierare.
Da non perdere, una visita a Casa Ludovice , dove si possono assaggaire circa 200 tipi di porto , il famoso vino portoghese.
Il Bairro Alto è noto anche per i suoi numerosi locali notturni: da questo punto di vista i portoghesi sono un pò come gli spagnoli, amano far tardi la notte, girare per locali, ballare nei posti più cool.

Cosa fare la sera
Per assaporare in pieno la notte lisbonese, bisogna partire dal Bairro Alto , il quartiere più cool della città, frequentatissimo dai giovani, dove fare incontri interessanti è facilissimo. Qui si ritrovano i lisbonesi doc, quelli più alternativi. Gli edifici sono rivestiti di azulejos , le tipiche piastrelle in ceramica dipinta, di vari colori; e si ritrovano anche alle pareti dei caffè, alle entrate dei negozi.
Uno dei ritrovi più in è senza dubbio il Fragil, molto aggiornato sulle ultime tendenze, dove si può ascoltare la musica dei migliori dj fino all'alba (Rua da Atalaia, 128).
Altro indirizzo da segnalare è il Wip : di giorno parrucchiere e negozio di clubwear, di notte diventa bar, con musica house e grande scelta di cocktails (Rua da Bica Duarte Belo 47-49).

Appuntamento trendy al discobar frequentato dal mondo della moda, FL Cafè , di proprietà di una nota stilista locale, arredamento high tech e tanta buona musica, aperto fino alle 4 del mattino (Rua da Atalaia 36).

Per gli amanti della musica dal vivo c'è una grande scelta di live music, sparsi in varie zone della città.
Il Pavilhão Chinês è un locale molto kitsch, arredato con gli oggetti stranissimi collezionati dal propietario; sempre aperto, fino alle 2 del mattino (Rua Dom Pedro V 89).
Al B.Leza , musica africana, divertimento garantito sulle note della morna e del funanà (Largo do Conde Barão 50).
Cucco sicuro al Salsa latina , dove si può ballare musica latina, merengue e cha cha cha fino all'alba (Gare Marítima de Alcântara).
Il Paradise garage , di solito, organizza feste per studenti universitari fino alle 6 del mattino, ma durante il week end si organizzano i migliori after hours, dalle 8 di mattina fino ad orario imprecisato (Rua João de Oliveira Miguéns 38 e 48).

Se vi restano ancora energie per il giorno, è tempo di shopping . Potete acquistare diverse cose a Lisbona, un pensierino per i genitori o per i fidanzati lasciati a casa. Ce n'è per tutte le tasche e per tutti i gusti.
Dalle specialità gastronomiche alle stoffe indiane, dagli oggetti artigianali all'abbigliamento trendy. Molti sono gli stilisti locali che creano abiti e accessori superoriginali. Gli indirizzi più glamour:
- Agencia : si definisce "cocktail shop", oggetti strani e dischi in vinile (Rua do Norte 117).
- Cereria Subirà : la più antica libreria di Lisbona (Rua Garrett 73/75).
- Raveman Records : vasta scelta di dischi in vinile, musica techno, t-shirt, accessori, anche informazioni sulle feste più in (Travessa da Queimada 33).
- Manuel Tavares : per comprare il Porto o altri vini locali (Rua da Betesga 1A-B).

Mangiare
La cucina portoghese è molto legata alla tradizione, fatta di un mix di elementi e influenze che la rendono davvero unica. E' una cucina che alterna i sapori del pesce fresco dell'Atlantico a quelli delle ottime carni cucinate in svariati modi.
Lisbona ha un'identità multiculturale, dovuta alle diverse etnie che la popolano.

Non è difficile trovare spezie provenienti dall'Africa, ingredienti tipici di Capo Verde, dell'Angola, ma anche piatti speciali come il calulu (pesce secco in salsa di palma) o il mufete (pesce grigliato con latte di palma e banana).
I piatti da non perdere sono tanti, questi i principali:

- Bachalau à moda do Porto (baccalà tipico di Porto)
- Açorda à l'Alentejana (zuppa all'aglio con pane e uovo)
- Camarões con vinho do Porto (gamberi fritti con cipolle e porto)
- Arroz de marisco (risotto di frutti di mare)
- Cozido à portuguesa (stufato di manzo, pollo e salsiccia con riso e verdure in brodo).

A Lisbona, se volete un caffè , dovete chiedere un biga , che è un espresso forte e nero. Potete anche gustare il galao , una sorta di latte e caffè. A questo punto, visto che ci siete, assaggiate anche i dolcetti che si sciolgono in bocca, le pasta de nata , una vera delizia....la vostra linea non subirà grossi danni.
L'indirizzo per gustarne tanti tipi è l' Antica Cafeteria de Belem , risalente al 1837, con le sue sale da the decorate da azulejos e una grande varietà di paste caramellate, alla vaniglia, alla crema.....che golosità (Rua de Belém 84/92)
Un'altra sosta d'obbligo per tutti i golosi, è al Chineza , dove assaggiare caffè e biscotti dolci, le crepinetes o le queijadas torte di ricotta a forma di ciambelle (Rua Aurea 274)

Se volete riportare a casa qualche delizia, da far gustare agli amici, ecco gli indirizzi utili:
- Confeteria De Belem ; Rue de belem 84-92.
- Confeteria Nacional ; Praca de Figueira 18.
- A Brasileira ; Rua Garrett 120-122.
- Locale Manuel Tavares ; Rua De Bastega 1.