Come fare per andare in gita scolastica

Di Valeria Roscioni.

Vuoi andare in viaggio d’istruzione? Ecco cosa dice il regolamento del Ministero

COME FARE PER ANDARE IN GITA SCOLASTICA - Si scrive “gita scolastica” si legge “sogno di tutti gli studenti” e spesso porta con sé una triste postilla che parla di quanto sia troppo spesso irrealizzabile. Mito, fonte di ricordi impagabili e indimenticabili, il viaggio di istruzione è per tutte le classi spesso una vera e propria battaglia contro i professori, sempre più restii a fare da accompagnatori, e contro la crisi economica, che ha reso inavvicinabili moltissime mete. In questi casi per avere la meglio la prima cosa da fare è conoscere il proprio nemico: il regolamento!

Da non perdere: Gite in Italia: gli itinerari consigliati da Studenti.it

VIAGGIO D'ISTRUZIONE: COME FARE SE VUOI PARTIRE - Dato che arrendersi all’evidenza e accettare la triste realtà non è affatto tra le opzioni che possono essere prese in considerazione, bisogna affilare le armi ed essere pronti a far leva sulle giuste argomentazioni per fare in modo che i prof si convincano a portare te e la tua classe in gita. Occorre dunque rimboccarsi le maniche e lottare per il proprio diritto a dormire in piedi al museo, baciarsi in pullman, dare pigiama party segreti nelle stanze d’albergo e, magari anche solo per caso, di imparare qualcosa in un modo diverso, perché (non dimentichiamocelo) la dicitura esatta non è “gita fuori porta” ma “viaggio d’istruzione”.

Come si organizza una gita scolastica

GITA SCOLASTICA: IL REGOLAMENTO PER IL VIAGGIO D'ISTRUZIONE - Pronti a combattere? Allora armatevi di una buona dialettica e delle giuste motivazioni, quelle che trovate nella gallery qui sotto.