Gli errori da evitare quando si cerca uno stage

Esperienza sì, sfruttamento no

Esperienza sì, sfruttamento no
Lo stage vede la presenza di 2 attori: il giovane e l’azienda. Da un lato il giovane facendo lo stage beneficia dell’esperienza aziendale, affianca i lavoratori ed impara a tutti gli effetti un mestiere. Dall’altro c’è l’azienda che ha l’onere di insegnare nuove competenze allo stagista ma beneficia anche di un lavoratore a bassissimo costo (o costo 0).
Uno stage è davvero utile se il beneficio è per entrambi in modo equilibrato. Diffidate delle offerte di stage per periodi molto lunghi quando, oggettivamente, la tipologia di lavoro non richiede tempi simili. Non è raro imbattersi in offerte di stage per cassieri o scaffalisti, non retribuiti, della durata di 6 o più mesi. Questi non sono stage, qui c’è solo la volontà di sfruttare manodopera gratuita.