Università, UDU: 29 aprile flash mob contro la #BuonaUniversità

Di Chiara Casalin.

Unione degli Universitari annuncia per il 29 aprile flash mob nelle università italiane contro la “Buona Università”, in vista dello sciopero del 5 maggio

LA BUONA UNIVERSITA’, FLASH MOB 29 APRILE – Durante lo sciopero generale del 5 maggio anche gli studenti universitari scenderanno in piazza al fianco dei lavoratori della scuola, dei sindacati e degli studenti delle scuole superiori.
Gli universitari protesteranno sia contro la Buona Scuola che contro la riforma dell’università di cui è circolata qualche giorno fa una bozza con alcune linee guida.

Lo sciopero del 5 maggio, però, non sarà l’unica forma di protesta degli studenti universitari contro le riforme della scuola e dell’università portate avanti dal governo Renzi.

Sciopero generale 5 maggio: ecco le piazze e i pullman per Roma

RIFORMA BUONA UNIVERSITA’, PROTESTE - Come si legge infatti in un comunicato stampa diramato dal sindacato studentesco Unione degli Universitari, il 29 aprile l’UDU organizzerà un flash mob negli atenei italiani “per dire no ai provvedimenti sulla Buona Scuola, per ribadire la nostra totale contrarietà ai metodi che sono stati utilizzati da parte del Governo nella costruzione di questa riforma, gli stessi metodi che vorrebbero propinarci con la Buona Università”.

FLASH MOB 29 APRILE UNIVERSITA’ - Nel comunicato Gianluca Scuccimarra, Coordinatore dell’Unione degli Universitari, dichiara: “Domani, 29 aprile, faremo un flash mob in tutte le università italiane per ribadire al Governo lo stato disastroso delle nostre università, per ribadire che se si pensa di affrontare i temi dell'Università come si è fatto per la buona scuola il 5 maggio sarà solo la prima di tante date di mobilitazione. Il percorso sulla Buona Università che ha preso forma a partire dal 26 Febbraio allo 'YouniversityLab' e che doveva coinvolgere i diversi soggetti protagonisti quali gli studenti non è il percorso che ci prefiguriamo considerato che si è risolto in un documento esclusivo delle parti sociali e che in pochi hanno avuto la possibilità di leggere.”

LA BUONA UNIVERSITA' - Secondo l’UDU in questo modo la Buona Università, come la Buona scuola, “rischia di risolversi in processo esclusivo” in cui gli studenti e la comunità accademica non vengono realmente ascoltati.
Conclude Scuccimarra “Per questo domani 29 aprile in vista dello sciopero del 5 maggio saremo nelle università per dire al Governo che se pensa di affrontare il problema dell'accesso all'insegnamento, degli idonei non beneficiari, del calo degli immatricolati come ha fatto per la Buona Scuola continueremo a scendere in piazza”.

Per sapere di più sul flash mob del 29 aprile visita il sito di Unione degli Universitari