Facebook compie 10 anni: materiali per la tesina sui social network

Di Tommaso Caldarelli.

Ecco tutto quello che devi sapere sulla nascita di Facebook: materiale per riflettere, temi svolti e tesine sui social network

Facebook compie 10 anni: il social network più famoso e innovativo, l'idea di Mark Zuckerberg che ha plasmato un'epoca spegne le sue prime 10 candeline. Quali sfide attendono i ragazzi che hanno cambiato il modo in cui comunichiamo con le persone che conosciamo, e il modo in cui ci mettiamo in contatto con quelle che vorremmo conoscere? Innanzitutto quella di rispondere ad un calo di iscritti che, sopratutto fra le fasce d'età più giovani, sembra ormai irreversibile.

TEST: SEI DIPENDENTE DA FACEBOOK? SCOPRILO QUI

DIECI ANNI FA - Sono passati 10 anni, dicevamo, da quando nelle stanze dei dormitori dell'università di Harvard Mark Zuckerberg tentava di trovare un modo per accreditarsi agli occhi della comunità studentesca, rimorchiare qualche ragazza e non sembrare da meno rispetto agli appartenenti alle tante confraternite esclusive del prestigioso ateneo americano. Tutto iniziò con FaceMash, un servizio online che permetteva di paragonare i volti di ragazze scaricati dai database di Harvard: un esperimento un po' pirata che, lanciato sui canali di Harvard, ricevette una quantità di visite davvero spropositata.

NASCE FACEBOOK - Da questa intuizione di base, nasce Facebook: e la ragione è spiegata dall'attore che interpreta Mark Zuckerberg in "the Social Network", il film sui primi anni di Facebook.


Le persone, capì Zuckerberg, non cercano contatti di persone che non conoscono; vogliono, in prima battuta, curiosare sui profili delle persone che conoscono, che hanno conosciuto, con cui si sono messe in contatto magari casualmente. Facebook gli avrebbe messo a disposizione proprio questo: e allora via, qualche soldo per affittare i server e il sito dopo pochi giorni fu online.

FAI LA TESINA SU FACEBOOK? C'E' QUI PRONTA!

APERTO A TUTTI - Era il 2004 e Facebook inizialmente era aperto solo agli studenti che avevano un indirizzo email @harvard.edu, ovvero che erano iscritti ad Harvard. Piano piano il servizio si espanse e coinvolse utenti ed iscritti di altre università, prima sulla costa atlantica degli Stati Uniti, poi su quella del Pacifico, poi in Europa, fino all'apertura al pubblico: il 26 settembre 2006 Facebook fu aperto a qualsiasi iscritto in possesso di un indirizzo email e con più di 13 anni.

SOCIAL NETWORK, UN TEMA SVOLTO

FACEBOOK OGGI - Di lì, un percorso in decollo verticale: ad oggi Facebook è una società quotata in borsa e ha oltre un miliardo di iscritti, un po' come dire "la popolazione

dell'India". Eppure, fa presente Al Jazeera in questo articolo, c'è un problema, e riguarda sopratutto i giovani: sempre più adolescenti e giovani stanno abbandonando la piattaforma di social network che probabilmente hanno visitato per primi. I motivi sono i più vari: "Questa cosa per cui chiunque può mettersi in contatto con te e poi sanno tutto della tua vita, non lo so, non mi piace più. Voglio avere la mia vita e decidere chi può commentare. Con Facebook questa cosa la perdi", dice Blake, un adolescente americano, intervistato. "Ho Twitter, Instagram, Snapchat e Pinterest", dice Jordan, un altro ragazzo: Facebook no.

FB TRA ALIENAZIONE E GLOBALITA': TESINA

LE SFIDE DI DOMANI - Proprio mentre scriviamo dice la sua Mark Zuckerberg in persona, con un breve post pubblicato su Facebook. "Perché siamo stati proprio noi a creare Facebook?", si chiede il fondatore: "Perchè ci interessava più degli altri. Non avevamo le risorse di una grande compagnia, ma volevamo rendere il mondo connesso. E lo abbiamo fatto". Quali sfide attendono il social network più famoso del mondo? "Nei primi 10 anni abbiamo fatto partire questa rete: ora abbiamo le risorse per risolvere problemi più grandi. Solo un terzo del mondo ha accesso ad Internet: nel prossimo decennio, abbiamo l'opportunità e la responsabilità di connettere gli altri due terzi. Oggi, i social network sono principalmente mezzi di condivisione delle emozioni; nel prossimo decennio, vi aiuteranno a risolvere problemi importanti e complessi". UN TEMA SVOLTO SU FACEBOOK