Esame terza media: come contestare il voto

Di Daniela De Martino.

Esame terza media come contestare il voto non giusto. Di seguito le procedure da seguire e tutto ciò che c'è da sapere sul reclamo del voto finale

ESAME TERZA MEDIA: COME CONTESTARE IL VOTO

Esame terza media: come contestare il voto, ossia quali sono le procedure da seguire nel caso in cui non si accetti la votazione finale dell'esame conclusivo delle scuole medie. Anche per la questione rifiuto votazione, ci sono delle procedure da seguire obbligatorie e tutta una serie di cose da sapere. Passaggi di cui, sia lo studente che il genitore devono essere a conoscenza. Cerchiamo di chiarirle nel prossimo paragrafo in modo semplice.

Esame terza media: come contestare il voto
Esame terza media: come contestare il voto — Fonte: istock

ESAME TERZA MEDIA SE IL VOTO NON MI PIACE

Nel momento in cui l'alunno non accetta il suo voto di licenza media, il genitore deve inviare una Raccomandata a.r. al Dirigente scolastico tramite un avvocato, che avrà delega da parte dei genitori. Perchè l'avvocato?

Perchè gli atti dell'esame di terza media sono carte protocollate e catalogate secondo normative di legge specifiche, quindi c'è bisogno di un avvocato. Il giudizio complessivo viene dato dalla commissione allo scrutinio finale e sarà poi trascritto e visibile sul registro degli esami. Riportiamo in sintesti quindi tutte le cose che il genitore può fare se il dirigente dà il via al reclamo:

  • Prendere visione degli atti
  • Avere una copia
  • Avere una copia autenticata di parte o di tutti gli atti dell'esame
  • Può chiedere copie dei verbali della sottocommissione

Infine non si possono chiedere gli atti degli esami di terza media di altri studenti, nè le copie delle prove scritte che contengano notizie sulla vita privata.

Quando c'è un reclamo, i genitori possono chiedere di vedere i documenti, cioè le prove scritte e anche i criteri con cui è stato valutato l'alunno, quindi cosa ha portato ad avere quel voto non accettato.

IL VOTO E' CONTESTABILE SOLO SE

  • Il Dirigente scolastico accoglie il reclamo
  • Il rifiuto del voto non entra nel merito della valutazione dell'esame, questa infatti non è sindacabile
  • Se il risultato dell'esame è in grave contrasto con il voto di ammissione (se lo studente viene ammesso col 9 e poi non viene promosso, c'è qualcosa che non fa e si può fare ricorso).

PROVE INVALSI 2017: SOLUZIONI DI ITALIANO E MATEMATICA