Esame terza media 2018: cosa cambia

Di Francesca Ferrandi.

Dall'esame terza media 2018 si cambia: meno prove scritte e via il test Invalsi dalle prove di giugno. Obiettivo è dare più peso al percorso scolastico

Esame terza media 2018: come funziona

Come cambia l'esame di terza media 2018
Come cambia l'esame di terza media 2018 — Fonte: istock

E' in arrivo una vera e propria rivoluzione per l'esame di terza media 2018: una riforma che smonta l'esame così come siamo abituati e vederlo, andando ad eliminare la prova Invalsi dagli scritti di giugno per dare più importanza al percorso scolastico degli studenti. Se l'esame di terza media oggi conta sei prove scritte ed un colloquio finale - qualcosa di simile alle sette fatiche di Ercole - dal prossimo anno scolastico sarà più leggero. Erano diversi anni che questa ingente mole di lavoro veniva contestata soprattutto dalle famiglie: l'esame, di fatto, dava troppo peso alle prove di giugno mentre non teneva abbastanza in considerazione il percorso dello studente nei tre anni di scuola superiore di primo grado. Altro elemento fortemente contestato era il test Invalsi che, secondo molti, non prevede criteri di valutazione adeguati; a partire dall'esame terza media 2018 la prova sparirà dagli scritti di giugno, anche se non verrà del tutto eliminato. Vuoi saperne di più? Continua a leggere!

Come cambia l'esame di terza media 2018

L'esame di terza media dunque cambierà dal 2018. Gli studenti che quest'anno sono all'ultimo anno della scuola secondaria di primo grado dovranno perciò svolgere il test finale secondo le vecchie regole. A partire dall'anno scolastico 2017/2018, invece, saremo di fronte ad una vera e propria rivoluzione. Le prove dell'esame di terza media 2018 saranno così suddivise:

  • Tre scritti
  • Un orale

L’Esame verrà quindi riequilibrato e si tornerà a dare più valore al percorso scolastico rispetto al peso delle prove finali.

Il decreto con le novità per l'esame di terza media 2018 prevede quindi, nello specifico:

  • una prova di italiano
  • una di matematica
  • una prova sulle lingue straniere (articolata in due sezioni, una per ciascuna delle lingue straniere studiate)
  • un colloquio per valutare le competenze trasversali

Test Ivalsi terza media 2018: cosa cambia

Il test Invalsi (la prova nazionale standardizzata) viene tolto dall'esame di terza media, ma gli studenti dell'ultimo anno di scuola secondaria di primo grado non potranno dirgli completamente addio. Anzichè costituire un ulteriore prova scritta dell'esame di giugno, l'Invalsi si svolgerà infatti nel corso dell’anno scolastico, costituendo un requisito imprescindibile per l'ammissione. Gli studenti avranno quindi più respiro e potranno dosare meglio impegno e preparazione.

Le prove Invalsi di terza media presenteranno inoltre delle novità: si introdurrà una prova di inglese standardizzata, che si aggiungerà a quelle di italiano e di matematica e che servirà per certificare le abilità di comprensione e uso della lingua inglese in linea con il Quadro Comune di Riferimento Europeo. Inoltre il suo svolgimento sarà computer based, e non più cartaceo.

Di seguito puoi trovare una guida su come affrontare le prove Invalsi (che puoi consultare anche cliccando qui).

Come affrontare le prove Invalsi dell'esame di Terza Media 8 foto
Come affrontare le prove Invalsi dell'esame di Terza Media