Esame orale maturità 2013, le dritte per sfoggiare un italiano perfetto

Di Valeria Roscioni.

La preparazione è niente senza un italiano degno di questo nome. Segui i nostri consigli e all’orale farai un figurone

Sogni di fare l'o esame orale perfetto? Hai studiato, praticamente le sai tutte. Hai preparato la tesina per la maturità 2013 con estrema cura facendo attenzione a tutti i dettagli. Hai cercato di immaginare le domande che potrebbero farti a partire dagli argomenti che porti e, così facendo, alla fine hai ripassato tutto il programma. Insomma, in due parole: sei preparatissimo. La buona notizia è che per superare l’orale non devi per forza spingerti fino a questo punto di studio estremo, quella cattiva è che, comunque, per fare bella figura tutto ciò non basta.

MATURITA’ 2013, PREPARATI CON NOI

MISSIONE ITALIANO PERFETTO. Per impressionare la commissione, tutto ciò è utile ma non serve a niente se poi ti esprimi in un italiano che in un momento di sfrenato ottimismo potrebbe al massimo essere definito “approssimativo”. I maturandi devono infatti riuscire a strutturare le loro risposte rapidamente e in modo da dare vita ad un discorso fluente che preveda l’utilizzo delle parole giuste e dei corretti modi e tempi verbali.

S.O.S TESINE, IL SERVIZIO CHE TI AIUTA A COSTRUIRE IL TUO PERCORSO PER L’ORALE

Banale? Scontato? Niente affatto: sono molti i professori che storcono il naso durante l’orale. Vuoi evitare di correre questo rischio? Segui le nostre cinque dritte

Tutto questo non ti fa ancora sentire sicuro? Allora consulta le nostre guide

VERBI, TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE PER NON SBAGLIARE

I 18 ERRORI PIU’ COMUNI DI ITALIANO, SE LI CONOSCI LI EVITI