Febbre da esame di Stato: le reazioni social a poche settimane dalla maturità

Di Maria Carola Pisano.

Interrogazioni e verifiche a meno di un mese dall'esame di Stato. Una raccolta dei tweet che ben descrivono lo stato d'animo dei maturandi di quest'anno

ANSIA DA MATURITA': CI SI SFOGA SU TWITTER

Al grido di #maturità2017 gli studenti stanno affidando ai social parte delle loro frustrazioni. Manca meno di un mese all'esame di Stato (guarda anche le date della sessione supplettiva) e l'ansia è ai massimi livelli. I maturandi sono ancora alle prese con verifiche e interrogazioni per sistemare i loro voti per l'ammissione all'esame, tanto da non avere tempo nemmeno per la tesina. Il periodo è quindi dei più stressanti e i social, tra una pausa dallo studio e l'altra, sono il miglior mezzo per esorcizzare l'ansia.

Gif animate, fotografie divertenti e video spiritosi sono solo alcuni dei materiali preferiti dagli studenti per descrivere l'ansia degli ultimi giorni di scuola. A quanto pare, ricorderanno per molto tempo il mese di maggio come uno dei più impegnativi. C'è anche chi cerca di distrarsi pensando al viaggio, al senso di libertà che sentirà una volta concluso l'orale (bene, si spera), ma tra un hashtag e l'altro c'è veramente poco spazio per i sentimenti positivi.

A proposito di sentimenti positivi, chiedere a un maturando come va lo studio o cosa pensa di fare dopo il diploma, potrebbe essere pericoloso. Se infatti al momento sono impegnati in interrogazioni e verifiche, molti di loro non sono ancora riusciti né a prepararsi per la maturità 2018 né a pensare al loro futuro. Per questo motivo, a chiunque abbia a che fare con un maturando in questo periodo, diamo il consiglio di "maneggiarlo con cura" e fargli leggere le nostre guide per prepararsi all'esame di Stato: