Descrizione dell'apparato genitale maschile

Analisi e descrizione di tutte le parti che compongono l'apparato genitale maschile, dagli organi esterni agli organi interni

di Barbara Leone 29 marzo 2010

L'apparato genitale maschile è costituito da organi esterni (pene e testicoli) e organi interni (dotto deferente, vescicole seminali, dotti eiaculatori, prostata ed uretra). Il pene si trova normalmente in stato di riposo. L'erezione può essere provocata da una serie di eventi di carattere fisico, psichico e sensoriale che agiscono sul sistema nervoso. Quando dal sistema nervoso arrivano gli impulsi che stimolano l'erezione, una grossa quantità di sangue affluisce nei corpi cavernosi, normalmente vuoti. Il pene, quindi, aumenta di volume e di dimensioni, e diventa rigido. L'afflusso di sangue è regolato da un sistema di valvole, che si chiudono durante l'erezione.

 

Leggi anche: Il sesso orale nuoce gravemente alla salute

 

Quando le valvole si riaprono e il sangue defluisce dai corpi cavernosi, il pene ritorna allo stato di flaccidità. Anche l'eiaculazione è governata dal sistema nervoso e il suo centro direzionale si trova nel midollo spinale. Determina la fuoriuscita dello sperma, o liquido seminale, dal pene durante l'erezione. L'eiaculazione è accompagnata da sensazioni molto piacevoli (orgasmo). Lo sperma contiene gli spermatozoi e le sostanze che consentono la loro sopravvivenza.  Dopo l'eiaculazione, il sangue comincia a defluire dai corpi cavernosi, e il pene ritorna allo stato di flaccidità.
 
logo_sceglituPene
È l'organo maschile deputato sia alla riproduzione che all'escrezione dell'urina. Le variazioni delle dimensioni del pene sono determinate geneticamente e non hanno nulla a che vedere con la virilità maschile. Il pene è privo di ossa e di cartilagini: è costituito da tessuto spugnoso (corpi cavernosi) irrorato da moltissimi vasi sanguigni che durante l'eccitazione sessuale si riempiono di sangue e lo fanno gonfiare (pene eretto). Dopo l'emissione dello sperma (eiaculazione), il pene ritorna in breve tempo nello stato di "riposo".

 

Leggi anche: Il sesso visto da lui


Glande
È la testa del pene maschile, alla cui sommità si trova l'apertura esterna dell'uretra attraverso la quale fuoriescono l'urina e lo sperma. Il glande è ricoperto da una piega cutanea mobile, denominata prepuzio, fissata da un sottile filamento, il frenulo. Il prepuzio ha l'aspetto di un cappuccio e può essere ritratto fino a scoprire la sommità del pene, salvo che nei neonati. Il glande è liscio e ricchissimo di terminazioni nervose, per questo è una zona molto sensibile al tatto. Tutt'intorno alla parte inferiore del glande, si trova un margine allargato chiamato corona.

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato? ..

Seguici su Facebook Seguici su Twitter
Pagina generata il 2016.08.25 alle 22:20:24 sul server IP 10.9.10.108