La gestione dell'autonomia didattica

Di Unione degli Studenti.

Scuole autonome: i documenti da tenere sempre presente

Sulla gestione dell’autonomia didattica:

I. Modalità di confronto tra docenti, preside e studenti in materia di programmazione didattica, definizione degli

obiettivi didattici, criteri di valutazione, materiale didattico e libri di testo. Per avere voce in capitolo su questi argomenti sarebbe utile avere organi di confronto come ad esempio commissioni miste studenti-docenti delegate dai rispettivi organi di rappresentanza.
II. Criteri generali di funzionamento degli Istituti autonomi.
III. Crediti/Debiti formativi: modalità di verifica e di recupero.

Sui rapporti con gli studenti:

I. Come funziona per le assenze. Modalità di giustificazione e di riammissione. Modalità per la richiesta di permessi di entrata/uscita fuori orario.
II. Valutazione e comunicazione con le famiglie (colloqui, ricevimenti, ecc...)
III. Disciplina. I regolamenti, in base allo Statuto degli Studenti, devono stabilire quali comportamenti sono da considerarsi infrazioni disciplinari in base ai criteri indicati dallo Statuto stesso. Devono anche indicare gli organi di garanzia. Anche le sanzioni disciplinari vengono stabilite nei regolamenti d’Istituto di ciascuna scuola.

Per vedere un esempio di piano dell'offerta formativa potete vedere al sito del Ministero della Pubblica Istruzione.