Disequazioni esponenziali: prima parte

Di Redazione Studenti.

Le disequazioni esponenziali (elementari) si presentano nella forma: ax > b oppure: ax < b

Risolvere queste disequazioni significa, dal punto di vista grafico, stabilire per quali valori di x la curva esponenziale si trova, rispettivamente, al di sotto o al di sopra della retta y=b.

Matematica: spiegazioni ed esercizi del 4° anno



1) a > 1
Nel caso a > 1 si ha la seguente situazione grafica (vedi il grafico della funzione esponenziale):



e la disequazione ax > b risulta verificata per:
Infatti, la curva esponenziale si trova al di sopra della retta per valori più grandi (alla destra) del punto di intersezione tra i grafici.
La seconda disequazione: ax < b risulta, invece, verificata per:


Come si è visto nella sezione relativa alle equazioni esponenziali, x=log a b è il punto di intersezione tra la curva e la retta (è la soluzione dell'equazione esponenziale: a x =b).

Disequazioni esponenziali: spiegazione ed esercizi svolti


2) 0 < a < 1

Nel caso 0 < a < 1 si ha la seguente situazione grafica:



e la soluzione è "invertita" rispetto al caso precedente. Infatti, la disequazione ax > b risulta verificata per:
Infatti, in questo caso, i valori di x per i quali la curva esponenziale si trova al di sopra della retta, sono quelli minori (alla sinistra) del punto di intersezione tra i grafici.
La seconda disequazione: ax < b risulta, invece, verificata per
Anche in questo caso, ovviamente, x=log a b è il punto di intersezione tra curva esponenziale e retta.
Occorre fare molta attenzione al valore della base, quando si risolve una disequazione esponenziale (la stessa avvertenza vale anche per le disequazioni logaritmiche): una banale regola mnemonica può essere quella di pensare che quando a>1 la soluzione ha lo stesso verso della disequazione; se 0 Le prime volte può essere utile tracciare il grafico della funzione esponenziale, facendo attenzione a disegnarlo correttamente (!). Crescente se a>1, decrescente se 0Nota importante
continua
>>