Crolla una scuola a Palermo: "Emergenza nazionale"

Di Tommaso Caldarelli.

Ancora un problema di edilizia. La Rete degli Studenti: "Inaccettabile"

Crolla il tetto di una scuola di Palermo: quattro alunni rimangono feriti. E' l'ennesimo problema collegato all'edilizia scolastica, un tema che proprio sembra non essere all'attenzione dei governi: ci sarebbe bisogno di investimenti e lavori urgenti per mettere in sicurezza le scuole del nostro paese. Altrimenti molti altri studenti potrebbero avere problemi e trovarsi in situazioni pericolose.

EDILIZIA SCOLASTICA, LE NEWS

ANCORA UN CROLLO - L'ultimo episodio, dicevamo, a Palermo.

L'intonaco del soffitto di una classe della scuola elementare in via Bragaglia, a Palermo, è crollato. Tre alunni della classe IV C sono rimasti feriti perché colpiti da grossi pezzi d'intonaco

Coinvolta una scuola elementare, e dunque degli alunni molto giovani, dei bambini. Già medicati dal personale del 118, non corrono alcun pericolo. Secondo BlogSicilia il pezzo di intonaco che si è staccato era grosso più di un metro e mezzo.

STUDENTI ANCORA IN PIAZZA PER L'EDILIZIA SCOLASTICA

TRAGEDIA - La Rete degli Studenti Medi interviene immediatamente denunciando la tragedia.

Nel nostro Paese più di una scuola su due non è a norma. E’ uno scandalo, un emergenza nazionale. Anche questa volta abbiamo sfiorato la tragedia. Troppo spesso sentiamo notizie come questa, e non siamo più disposti ad aspettare l’ennesima tragedia. Si intervenga immediamente

Una situazione, dice Daniele Lanni, portavoce nazionale della Rete degli Studenti, insostenibile. Dal canto suo l'Unione degli Studenti rincara: "Pretendiamo che si discuta in tempi immediati di una seria anagrafe dell'edilizia scolastica e di un piano straordinario pluriennale di almeno 10 miliardi di euro."