Come diventare cool hunter

Di Marta Ferrucci.

Cosa piacerà nella prossima stagione, cosa andrà di moda, quali saranno le tendenze? Per scoprirlo sono moltissime le aziende che sguinzagliano per il mondo i cool hunter, ovvero giovani cacciatori di tendenze, tra i 20 ed i 40 anni, curiosi, attenti alle mode e capaci di anticipare le tendenze del futuro

COME DIVENTARE COOL HUNTER - I cool hunter osservano e documentano i nuovi trend che emergono dalla strada, captano le caratteristiche di quel paese o di quella città che hanno probabilità di affermarsi a livello globale e quindi diventare moda, aiutando così le aziende di design, comunicazione, distribuzione e cosmesi, a capire se la strada verso la quale si stanno muovendo è quella giusta oppure no.

Offerte di lavoro - Tante opportunità nel CercaLavoro

COME LAVORA IL COOL HUNTER - Raccogliendo fotografie, volantini, programmi di mostre e concerti, gadget, frequentando teatri e gallerie, interessandosi di arte, setacciando strade e locali alla ricerca di genuina creatività. Il metodo di ricerca è "partire dal centro e andare verso la periferia", dai posti più noti e trendy verso locali, mercatini, quartieri più defilati ma frequentati da gente "ricca culturalmente", etnie diverse, artisti, architetti e tutte quelle persone che hanno a che fare con l'arte e dai quali possono emergere nuove e interessanti tendenze. Ma, oltre al metodo, servono qualità innate come la curiosità e l'istinto.

Come diventare cacciatore di tendenze: la storia di un fotografo

Alcuni criticano i cool hunter e li considerano parte di un ingranaggio diabolico che crea tendenze e di conseguenza bisogni generando così nuove necessità legate agli aspetti più superficiali dell'esistenza. Ma, se non volete ascoltare le opinioni dei "bacchettoni"... armatevi di macchina fotografica e block notes e cercate le vostre tendenze.

LA FORMAZIONE - Se siete predisposti a lavorare nel settore della moda e volete affinare le vostre capacità, esistono diversi corsi di laurea ad hoc e master post laurea per specializzarsi anche dopo l'università:

- Corso di laurea in cultura e tecnologia della moda, Padova

- Cultura e stilismo della moda, Firenze

- Scienze e tecnologie dell'arte, dello spettacolo e della moda, Palermo

- Design e discipline della moda, Urbino