Controlli antidroga a scuola: studenti lanciano sassi contro auto dei Carabinieri

Di Chiara Casalin.

Tre studenti delle scuole medie hanno insultato i Carabinieri e tirato sassi all'auto appostata per controlli contro lo spaccio a scuola. Ecco cos'è successo

CONTROLLI ANTIDROGA A SCUOLA - Secondo quanto riportato da Il Resto del Carlino giovedì 20 febbraio tre ragazzini fra i 13 e i 14 anni hanno tirato sassi contro l'auto dei carabinieri che si erano appostati davanti alla scuola media Montessori nel comune di Falconara Marittima, in provincia di Ancona. I militari stavano effettuando dei controlli antidroga ed erano in borghese.

LEGGI E SCARICA LA TESINA SULLA DROGA

COS'E' SUCCESSO - I carabinieri si erano appostati con un auto senza insegne davanti alla scuola, prima della campanella di inizio delle lezioni. I militari stavano tenendo d'occhio la scuola per vedere se gli studenti avessero contatti con un nuovo pusher dopo che qualche giorno prima uno studente di 18 anni era stato fermato con il sospetto che vendesse marijuana ai ragazzini della scuola media.

SCARICA GRATIS IL TEMA SU GIOVANI E DROGA

IL LANCIO DI SASSI E GLI INSULTI - I tre ragazzini, fra i 13 e i 14 anni, che erano stati identificati nel controllo precendete con il presunto pusher diciottenne, stavano in disparte e avevano un atteggiamento sospetto. Poi uno dei tre si sarebbe accorto che li stavano sorvegliando (si ipotizza che abbia riconoscito uno dei carabinieri) e subito i tre studenti hanno iniziato a lanciare sassi contro il garage davanti al quale era parcheggiata l'auto dei militari in borghese. Oltre ai sassi i tre ragazzi avrebbero anche insultato i carabinieri. Ora i tre minorenni sono stati segnalati alla Tribunale dei Minorenni delle Marche per oltraggio a pubblico ufficiale e getto pericoloso di cose.