Come diventare un bravo scrittore: i consigli di Stephen King

Di Chiara Casalin.

Come si diventa scrittori bravi e di successo? Ecco 22 consigli di Stephen King per aspiranti scrittori

COME DIVENTARE UN BRAVO SCRITTORE – Sono davvero tantissimi i giovani che sognano di diventare scrittori famosi e di successo. La strada per diventare uno scrittore capace di scrivere libri coinvolgenti e capaci di conquistare i lettori, però, oltre ad un po’ di talento richiede anche molto impegno e dedizione.
Stephen King, scrittore famosissimo in tutto il mondo soprattutto per i suoi libri horror, fra i quali spiccano titoli come Shining, IT e Misery, nel suo libro On Writing ha dato 22 consigli per diventare un bravo scrittore.

Come diventare giornalista

COME DIVENTARE SCRITTORE DI SUCCESSO - Siete curiosi di sapere quali sono i suggerimenti del re dell’horror Stephen King? Ecco a voi le sue dritte:

1 - Smettetela di guardare la Tv e leggete tanto: secondo Stephen King la televisione è “veleno per la creatività” e se aspirate a diventare dei bravi scrittori dovrebbe essere la prima cosa a sparire da casa vostra (o ad essere nascosta molto bene!). Gli scrittori devono guardare dentro loro stessi e dare spazio all’immaginazione, quindi meglio leggere quanto più possibile e scrivere tanto.

2 - Preparatevi per più critiche e fallimenti di quelli che pensate di poter gestire: se scrivete, molto probabilmente qualcuno cercherà di farvi credere che fate schifo nello scrivere. Sia che veniate criticati, sia che il vostro lavoro sia un fallimento, l’importante è restare positivi e continuare a scrivere anche se non se ne ha voglia o se è difficile.

3 - Non perdete tempo a cercare di compiacere i lettori: Ci sarà sempre qualche lettore che troverà un motivo per criticarvi, quindi smettetela di preoccuparvi e continuate a scrivere.

4 - Prima di tutto scrivete per voi stessi: Dovreste scrivere perché vi fa sentire felici e appagati.

5 – Affrontare le cose che sono le più difficili da scrivere: Le cose più importanti sono anche quelle più difficili da scrivere, perché le parole tendono a sminuire i vostri sentimenti. Quando affrontare queste cose, cercate di scavare a fondo.

6 – Quando scrivete, isolatevi dal resto del mondo: Almeno mentre buttate già la bozza della storia isolatevi il più possibile ed eliminate tutte le distrazioni. King afferma: “Scrivi con la porta chiusa; riscrivi con la porta aperta”

7 - Non siate pretenziosi: nel vostro libro non usate parole difficili o simbolismi inutili, che rendono il vostro linguaggio artificioso.

8 – Evitate gli avverbi e i paragrafi lunghi: Per King “la strada per l’inferno è lastricata di avverbi”. Meglio evitarli, quindi. Ricordate anche che i paragrafi non devono essere troppo lunghi, ma devono rispecchiare il ritmo della vostra storia.

9 – Non fatevi ossessionare troppo dalla grammatica: lo scopo di un libro di narrativa non è la correttezza grammaticale, ma di raccontare una storia al lettore coinvolgendolo e facendogli allo stesso tempo dimenticare che sta leggendo una storia.

10 – Padroneggiate l’arte della descrizione: “La descrizione inizia nella mente dello scrittore e deve finire in quella del lettore”. Il modo migliore per farlo è visualizzare quello che avete immaginato e “tradurlo” sulla carta usando parole semplici.

11 – Non date troppe informazioni inutili: meno è meglio! Includete nella vostra storia solo i dettagli davvero utili per farla andare avanti e per spingere il lettore a continuare a leggere.

12 – Raccontare storie su quello che la gente fa realmente: secondo King anche un assassino nella realtà può aiutare una signora anziana ad attraversare una strada. Quindi descrivete i personaggi della vostra storia tenendo conto di tutte le loro possibili dimensioni e di quello che potrebbero fare veramente nella vita di tutti i giorni.

13 – Correte qualche rischio: Smettete di usare la forma passiva. “Scrivete qualsiasi cosa vi piaccia, anche se noiosa o oltraggiosa. Se funziona, bene; se non funziona, buttatela”.

14 – Dimenticate i miti e realizzate che non vi servono droga e alcool per diventare bravi scrittori

15 – Non cercate di rubare la voce di qualcun altro: se cercherete di imitare lo stile di un alto scrittore non otterrete altro che una “banale imitazione”.

16 – Cercate di capire che la scrittura è una forma di telepatia: il vostro lavoro non è tanto quello di scrivere parole su una pagina, ma quello di trasferire un’idea dalla vostra mente a quella del lettore. Le parole sono solo il mezzo per farlo.

17 – Prendete la scrittura seriamente: potete iniziare a scrivere con speranza, eccitazione o nervosismo, ma non dovete mai farlo alla leggera.

18 – Scrivete tutti i giorni, in modo da non far svanire le vostre idee e i particolari dei vostri personaggi.

19 – Scrivete la prima versione in non più di tre mesi: secondo King è meglio scrivere la prima bozza di un libro entro 3 mesi, altrimenti la storia inizia a dare una strana sensazione di estraneità.

20 – Quando avete finito di scrivere prendete una pausa di circa sei settimane: così tornerete sul libro a mente fresca e vi sarà più facile scovare eventuali vuoti nella trama o nello sviluppo dei personaggi.

21 – Abbiate il coraggio di tagliare il superfluo: durante la revisione trovate il coraggio di tagliare le parti che rallentano la storia e sono superflue, anche se avete impiegato molto tempo per scriverle.

22 – Tenetevi in forma, trovate una relazione stabile e vivete una bella vita: secondo King per diventare bravi scrittori è importante trovare il giusto equilibrio nella propria vita, in modo che la scrittura non consumi tutto.