Maturità 2015: commissari esterni? No grazie!

Di Valeria Roscioni.

Commissione Maturità 2015 interna: un prof esprime il suo parere fuori dal coro sulla questione commissari esterni

MATURITA’ 2015: COMMISSARI ESTERNI? NO GRAZIE. Sale la febbre da commissioni per quel che riguarda la Maturità 2015: entro la fine del mese, il Miur annuncerà le materie affidate ai commissari esterni o stabilirà una volta per tutte che per quest’anno la commissione tornerà ad essere tutta interna? In attesa di conoscere la decisione finale, in questi giorni studenti e professori stanno dicendo la loro. Così, dopo i risultati del sondaggio effettuato dalla Gilda degli Insegnanti da cui è emerso che molti docenti sperano che la figura dei commissari esterni non scompaia nel nulla, oggi il professor Gianni Mereghetti ha deciso di assumere con chiarezza una posizione del tutto opposta.

I link da tenere d'occhio: Materie affidate ai commissari esterni Maturità 2015 & Materie della seconda prova Maturità 2015

COMMISSARI ESTERNI MATURITA’ 2015: ALL’ESAME NON SONO UTILI. “Voglio una commissione d'esame con soli commissari interni - ha scritto in una lettera indirizzata al direttore di Orizzonte Scuola e pubblicata dal sito - una commissione d'esame che non faccia più prove analitiche, vere e proprie maratone della memoria, ma che finalmente verifichi le capacità di rielaborazione critica personale, vada a vedere come gli studenti usano la ragione”. La commissione interna, dunque, secondo Mereghetti sarebbe più adatta a giudicare davvero il grado di Maturità degli studenti senza mettere a repentaglio l’oggettività dell’Esame di Stato.

Tutte le novità: Maturità 2015: news su seconda prova, commissari esterni e date

MATURITA’ 2015: PIU’ IMPORTANZA ALLA TESINA. Un’opinione netta e decisamente fuori dal coro che riapre anche la questione “importanza della Tesina”, una parte dell’esame orale a cui il Ministro Giannini ha più volte affermato di voler sottrarre valore e che invece viene indicata come elemento fondamentale. “Voglio una commissione d'esame che dedichi la maggior parte del colloquio alla tesina – si legge - perché è lì che si capisce se uno studente sappia gustare lo studio, se sia capace di trovare il grimaldello per aprirlo alla realtà”.

COMMISSIONE MATURITA’ 2015: I COMMISSARI DEVONO VALORIZZARE GLI STUDENTI. La commissione immaginata da Mereghetti, infine, non è semplicemente priva di membri esterni, ma è composta dai commissari di Maturità che tutti vorrebbero avere: “voglio una commissione d'esame che sia tesa a valorizzare il positivo di ogni studente, che si impegni a cercarlo in tutti i modi. Questo voglio, e mentre tutti chiedono una serietà che è del tutto fuori luogo, io chiedo e cerco ciò che potrebbe rendere questo esame interessante e significativo, io chiedo e cerco un esame in cui finalmente esploda l'umano!”

Una domanda sorge spontanea: perché mai i commissari interni non dovrebbero riuscire in questo alto compito? Tu come la pensi?