Maturità 2015: i commissari esterni non servono. Ecco perché

Di Valeria Roscioni.

Nuovo Esame di Stato: la commissione interna è perfetta perché i commissari esterni non sono necessari

MATURITA’ 2015: I COMMISSARI ESTERNI NON SERVONO. La commissione tutta interna non solo diventerà realtà già a partire dalla Maturità 2015, ma è anche un cambiamento che porterà la scomparsa di una figura non del tutto necessaria: il commissario esterno. Temutissimi dagli studenti i membri esterni a quanto pare non sono esattamente un cardine dell’Esame di Stato dato che, di fatto, non sono necessari. A dirlo non sono (come si potrebbe pensare) gli studenti, ma Gabriele Toccafondi, sottosegretario all'Istruzione che si è espresso in merito all’argomento a margine di un appuntamento sulla bioeconomy a Torino.

10 ottobre aggiornamento da non perdere: Maturità 2015 e commissari esterni: lunedì scatta l'ora X

MATURITA’ 2015: LA COMMISSIONE INTERNA E’ SUFFICIENTE. “Il 98,5% dei ragazzi supera la maturità ormai da diversi anni, questo è segno che una selezione c'è già prima” ha dichiarato Toccafondi che, stando a quanto riportato da Tecnica della scuola, ha poi specificato che la Maturità altro non è se non il “finale di un percorso. E chi può conoscere meglio lo studente degli insegnanti che l'hanno seguito?”. Dal suo punto di vista, quindi, eliminare i commissari esterni significa semplicemente risparmiare “diversi milioni” senza che la qualità dell’Esame di Stato venga intaccata.

Le ultime dichiarazioni del Ministro: Maturità 2015: commissione interna. Novità in arrivo

ESAME DI MATURITA’: A COSA SERVE? Un ragionamento, basato su dati oggettivi, che appare decisamente logico ma che fa sorgere un dubbio: se la “selezione c’è già prima”, e dato che il voto dell’Esame di Stato raramente è utile ai ragazzi, allora a cosa serve la Maturità?

Maturità 2015: tutte le novità in diretta: Per ricevere gli aggiornamenti iscriviti al gruppo Facebook