Seconda prova maturità: come viene valutata la traduzione di greco

Di Valentina Vacca.

Versione di greco: quali criteri si seguono per valutare la traduzione? Ecco una breve spiegazione dei parametri di valutazione

SECONDA PROVA MATURITA' 2016 - Per la seconda prova della maturità 2016 gli studenti che frequentano il liceo classico dovranno affrontare la traduzione di una versione di greco o di latino. I maturandi si stanno già chiedendo quale autore potrà uscire quest'anno e nei prossimi mesi si concentreranno sullo studio del latino e del greco per arrivare più preparati possibile al momento della traduzione. Per quanto riguarda la versione di greco, come viene valutata? Saperlo può essere molto utile per prepararsi!

Maturità 2016 gruppo Facebook: iscriviti subito e resta aggiornato su tutte le novità!

SECONDA PROVA: I PARAMETRI DI VALUTAZIONE - Al di là del mistero sull'identità dell'autore della versione, pochissimi studenti sono a conoscenza dei criteri che le commissioni seguono per valutare, mentre invece essere informati anche su questo fronte può giocare a vantaggio dei maturandi stessi.

I parametri che vengono presi in considerazione dalla commissione per valutare se una traduzione di greco è buona o meno sono 4: comprensione del testo, conoscenze morfo- sintattiche, traduzione e resa in italiano.

IL PUNTEGGIO DELLA SECONDA PROVA DI GRECO - Tenendo in cosiderazione i parametri di valutazione appena elencati la commissione assegna alla prova di traduzione di ogni maturando un punteggio in quindicesimi. Per sapere cosa viene considerato in tutti i parametri di valutazione e come verranno assegnati i punti per la traduzione di greco alla seconda prova di maturità potete vedere la griglia di valutazione nella gallery qui sotto, che vi permetterà di campire su cosa prepararvi per fare una buona prova all'esame.