I nostri speciali

Back to school

Come studiare in fretta con le tecniche di lettura veloce

Di Valeria Roscioni.

Vuoi studiare in fretta e bene? Ecco per te le tecniche di lettura veloce e memorizzazione!

Hai molto da studiare e poco tempo per farlo? Un buon alleato per te potrebbero essere le tecniche di lettura veloce e memorizzazione: si tratta di metodi con un reale fondamento scientifico che ti permetteranno di leggere con maggiore rapidità un qualsiasi testo, riuscendo quindi ad incamerare più nozioni in un lasso di tempo decisamente ristretto. In questa guida ti daremo alcuni consigli per approcciarti a queste tecniche di lettura veloce e ti illustreremo le più famose ed efficaci.

  1. Studiare velocemente con le tecniche di lettura veloce
  2. Tecniche di lettura veloce: come iniziare
  3. Le tecniche di lettura veloce e memorizzazione

1. STUDIARE VELOCEMENTE CON LE TECNICHE DI LETTURA VELOCE

Se leggi troppo in fretta, poi non capisci cosa c’è scritto. Te lo ripetono tutti: maestre, genitori e professori fin dalle elementari. Eppure non è del tutto vero: la lettura veloce se praticata ad arte e con giudizio è una vera e propria manna dal cielo, un mezzo per rendere i pomeriggi di studio più brevi, ma non per questo meno efficaci.
Le tecniche di lettura veloce e memorizzazione sono dei metodi che permettono di sfruttare al meglio le potenzialità di vista e cervello per ottenere ottimi risultati in poco tempo. Si tratta quindi di un sistema di lettura evoluto attraverso cui, rafforzando i tuoi muscoli oculari ed esercitando quelle facoltà mentali che ti servono a comprendere i segni grafici e i loro significati, riuscirai a studiare in fretta, ma bene.
Ti sembra impossibile? Ecco come funziona: il segreto sta nell’ individuare con poco più di un colpo d’occhio i contenuti veramente importanti di un testo (che di solito costituiscono circa il 30% di tutto quello che vi è riportato) senza dover rileggere più volte una stessa frase. Potrai così dedicare un tempo circoscritto allo studio, senza per questo rischiare di andare male all’interrogazione, e permetterti di ritagliarti qualche ora per te e per le tue passioni.

2. TECNICHE DI LETTURA VELOCE PER STUDIARE: COME INIZIARE

Le tecniche di lettura veloce
Le tecniche di lettura veloce

Le tecniche di lettura non sono semplici leggende metropolitane: esse sono il frutto di accurate ricerche messe in atto da stimabili studiosi nel corso dell’ultimo secolo. Da queste ricerche sono poi nati dei corsi specifici, destinati principalmente a studenti, ma aperti anche a tutti coloro che hanno bisogno di immagazzinare nella propria testa una grande di quantità di informazioni in poco tempo.

Le tecniche di lettura veloce sono incentrate principalmente su di un mirato allenamento dei muscoli degli occhi. Infatti, esattamente come il resto del nostro corpo, anche gli occhi possiedono una muscolatura che va costantemente allenata al fine di poter dare il meglio di sé.
Tenere allenati gli occhi ti permetterà di aumentare il tuo campo visivo e quindi di leggere più velocemente. È stato infatti dimostrato che, durante la lettura tradizionale, il nostro occhio sfrutta un campo visivo di circa 3 cm: questo significa che, una volta letto ciò che è contenuto in questo spazio delimitato, dobbiamo spostare lo sguardo e andare avanti. L’allenamento muscolare proposto dalle tecniche di lettura veloce permette invece di ampliare il proprio campo visivo fino a circa 5/6 cm, il che significa dimezzare i tempi di lettura.
Non solo: leggere più velocemente ti consente inoltre di non lasciare tempo alla tua mente di distrarsi, poiché troppo concentrata a comprendere ciò che c’è scritto nel testo nel minor tempo possibile.

Prima di cominciare ad apprendere le tecniche di lettura veloce e di memorizzazione, dovrai:

  1. Utilizzare una luce naturale per leggere o, in mancanza di questa, adoperare una lampada alogena posizionata alle tue spalle.
  2. Posizionare il tuo libro su un leggio, in modo che abbia la giusta inclinazione
  3. Rilassare gli occhi, usando tre trucchetti:
  • Sbadigliare
  • Sbattere le palpebre ad un ritmo costante
  • Massaggiare delicatamente gli occhi chiusi


3. LE TECNICHE DI LETTURA VELOCE E MEMORIZZAZIONE

Una volta portate a termine queste prime accortezze, sarai pronto per muovere i primi passi all’interno del mondo delle tecniche di lettura veloce e memorizzazione. Ecco tutto quello che dovrai fare:

1. Ampliare il tuo campo visivo
Ti abbiamo già spiegato l’importanza dell’ampliare il tuo campo visivo per riuscire a leggere in meno tempo. Ma come fare? Una buona tecnica è quella che prevede l’utilizzo del “rombo di parole”: si tratta di un pratico strumento faidate che potrai realizzare semplicemente ritagliando all’interno di un foglio una sorta di stencil a forma di rombo. Una volta creato, di basterà posizionarlo su una pagina di un libro a tua scelta e, mantenendo lo sguardo fisso al centro del rombo, cercare di leggere ogni riga della porzione di testo contenuta.
All’inizio ti risulterà difficile leggere tutto, soprattutto verso i bordi più esterni. Ripetendo l’esercizio ogni giorno, però, il tuo campo visivo aumenterà notevolmente e ti sarà quindi più semplice leggere in tempi sempre più ristretti.

2. Imparare a riconoscere le parole
Un altro esercizio utile per allenare i muscoli oculari riguarda il riconoscimento visivo delle parole. Dovrai scegliere una parola semplice che sai per certo essere contenuta in un testo (ad esempio, puoi prendere il libro di letteratura italiana del terzo liceo e scegliere la parola “Dante”). Con un semplice colpo d’occhio, dovrai cercare di rintracciare la parola selezionata all’interno della pagina.

3. Utilizzare un puntatore
Dopo aver allenato i muscoli oculari e allargato il tuo campo visivo, potrai dedicarti alla vera e propria arte della lettura veloce. Il primo consiglio che ti diamo è quello di utilizzare un puntatore. Ti ricordi che, quando hai imparato a leggere, ti aiutavi con il dito per seguire parola per parola e non rischiare di perderti? Ecco, dovrai fare pressoché la stessa cosa. Puoi usare il tuo dito, o meglio ancora una penna, con la sola differenza che non sarà il dito a seguire il tuo occhio, ma viceversa. Dovrai infatti spostare il tuo puntatore in avanti sempre un attimo prima che i tuoi occhi abbiano ultimato la lettura delle parole. Saranno quindi i tuoi occhi a dover seguire l’andatura del tuo puntatore, e non il contrario. Muovendo il puntatore ad una velocità leggermente superiore alla tua normale velocità di lettura, sarai costretto a leggere con maggiore rapidità e, nello sforzo di tenere il passo, sarai costretto a incamerare nella tua mente solo le informazioni necessarie del testo, eliminando tutto ciò che vi è di inutile e superfluo.
Attenzione però a non esagerare con la velocità le prime volte, altrimenti rischi di fare solo confusione.

4. Affidarti alle potenzialità del tuo cervello
Inizialmente ti sembrerà di non capire nulla di ciò che c’è scritto nel testo. Eppure, a fine lettura, ti renderai conto di essere in grado di farne un riassunto efficace perché la tua mente avrà incamerato le nozioni fondamentali. Piano piano abbandonerai il vizio di leggere parola per parola – la pratica che maggiormente rallenta la nostra lettura – e coglierai il senso generale che è decisamente più importante nello studio di un testo e nella sua memorizzazione.
Perciò evita di tornare indietro nel testo e rileggere più e più volte quella frase che proprio non ti è chiara, lasciati andare ad una lettura intuitiva. Questo di permetterà di non focalizzarti sulle singole parole ma di coglierne 2, 3, 4 alla volta.

Ricordati infine che esistono due parametri per valutare la reale efficacia delle tecniche di lettura veloce:

  • Il numero di parole al minuto (il PAM) che riusciamo a leggere
  • Il coefficiente di ritenzione (CR), ovvero quanto realmente ricordiamo di ciò che abbiamo letto


Le tecniche di lettura veloce hanno infatti il duplice obiettivo di:

  • Aiutarti a ridurre il tempo di lettura
  • Aiutarti ad aumentare la tua capacità di ricordare quanto letto


Sarebbe del tutto inutile leggere in maniera veloce un testo senza però ricordarti quello che c’è scritto. Cerca quindi di verificare, a fine lettura, se hai davvero risparmiato del tempo e quanto hai realmente appreso.

Vuoi saperne di più sulle tecniche di lettura veloce? Sfoglia la nostra gallery!