Come prendere appunti a scuola

Di Valeria Roscioni.

Tecniche e consigli per imparare a prendere appunti in maniera impeccabile

SPECIALE MATURITA' 2017

Seconda prova maturità 2017 - WhatsApp 320 0825789

Fonte: istock

Tutti i professori, da anni e anni, ti ripetono quanto sia importante prendere appunti durante le lezioni, quanto ti possa agevolare nello studio a casa. Risparmiare del tempo durante il pomeriggio è un'idea allettante, eppure la verità è che non sai da dove iniziare quando si tratta di appuntare ciò che il professore spiega. Non temere, però: noi di Studenti.it abbiamo creato per te questa guida in cui ti insegneremo passo dopo passo il giusto metodo per prendere appunti perfetti!

  1. Prendere appunti a scuola: perché è così importante?
  2. Prendere appunti durante la lezione: da dove iniziare
  3. Tecniche per prendere appunti durante la lezione
  4. Come prendere appunti: cosa fare una volta tornati a casa

1. PRENDERE APPUNTI A SCUOLA: PERCHÉ È COSÌ IMPORTANTE?

Chi ben comincia è già a metà dell’opera. Per questo prendere appunti in classe è un ottimo modo per risparmiare tempo e fatica a casa. Scrivere durante la lezione, infatti, non solo serve a capire quali sono i punti che più interessano al professore - quelli che potrebbe chiederti all’interrogazione o inserirà come domanda nel compito in classe - ma consente anche di iniziare a memorizzare i concetti di base. Insomma, stare attento in classe e appuntare ciò che il docente spiega serve a farti risparmiare tantissimo tempo a casa, e soprattutto a migliorare la qualità del tuo apprendimento. Si tratta infatti di rielaborare già da subito l’argomento di cui si sta parlando e in un certo senso di farlo tuo. Gli appunti costituiscono infatti:

  • Un aiuto alla concentrazione perché ti danno una grande mano a non distrarti in classe
  • Una manna dal cielo per lo studio perché ti aiutano a diminuire le ore da dedicargli di circa il 50%

Pur trattandosi di un ingrediente fondamentale per ottenere bei voti al liceo e all’università, prendere appunti per molti studenti non è così semplice e scontato. Ciò che manca, nella maggior parte dei casi, è la conoscenza della giusta tecnica. Così molte volte ci si ritrova a perdersi nei propri pensieri e ad appuntare sul quaderno scritte d’amore e partite a tris con il compagno di banco – divertenti, senza dubbio, ma ben poco utili alla causa. Fortunatamente per imparare a prendere appunti nel modo corretto, ti basterà seguire questa semplice guida e mettere in pratica i consigli che ti verranno dati: solo così potrai notare un reale miglioramento nella qualità del tuo studio e una netta riduzione del tempo che dovrai passare sui libri.

2. PRENDERE APPUNTI DURANTE LA LEZIONE: DA DOVE INIZIARE

Prendere appunti non è un’arte difficile, a cui possono accedere solo le menti più brillanti. Tutt’altro: è un metodo che ogni studente può apprendere facilmente ed utilizzare in maniera efficace per migliorare il proprio metodo di studio. Tutto sta nell’imparare la giusta tecnica e metterla in pratica.

Cosa fare quindi? Innanzitutto dovrai arrivare a scuola preparato:

  • Dovrai avere a disposizione tutto il materiale necessario: matite, penne, evidenziatori, block-notes o quaderni dedicati agli appunti, gomma da cancellare etc. Durante la lezione, infatti, devi cercare di perdere il minor tempo possibile a cercare queste cose, poiché tutta la tua concentrazione dovrà essere rivolta alla spiegazione del professore.
  • Il giorno prima della spiegazione dovrai rivedere gli appunti presi precedentemente e magari dare uno sguardo all’argomento che sarà trattato a lezione. Questo non significa che ti toccherà studiare l’intero pomeriggio precedente, ma semplicemente che dovrai avere un’idea sommaria di quello di cui si parlerà. Per quale motivo? Perché così, durante la spiegazione, riuscirai a comprendere ciò che è importante appuntare e ciò che invece può essere tralasciato.

3. TECNICHE PER PRENDERE APPUNTI A SCUOLA DURANTE LA LEZIONE

A questo punto sarai pronto per prendere i tuoi appunti. Devi però evitare di commettere uno dei più gravi errori in cui solitamente gli studenti incappano: trasformarti in uno stenografo. Ricordati che tu non sei un registratore e il tuo compito non è quello di trascrivere fedelmente ciò che il professore dice parola per parola. Al contrario di quanto potresti pensare, questo sarà infatti decisamente controproducente perché:

  • Sarai talmente immerso nell’esercizio di trascrittura di ogni parola, che non riuscirai a comprendere neanche ciò di cui si sta parlando;
  • Limitandoti a trascrivere fedelmente le parole del professore, non darai modo al tuo cervello di rielaborare la lezione e, quindi, di comprenderla.

Cerca quindi di allontanare l’istinto di voler scrivere tutto ciò che il professore dice, e segui questi pratici consigli per prendere degli appunti che siano decisamente utili ed efficaci:

  1. Annota solo i concetti chiave
    Se ad esempio si sta parlando di Leopardi, non perdere troppo tempo ad appuntarti tutti i nomi e le date di composizione delle sue opere - sono dati che potrai recuperare in un secondo momento sul libro; preoccupati piuttosto di segnare ciò che il professore dice circa la sua poetica e la sua ideologia.
  2. Scrivilo a parole tue
    Non utilizzare le stesse espressioni del professore, ma cerca piuttosto di rielaborare i concetti a parole tue. Questo consiglio ovviamente non è valido per quelle definizioni che devono essere prese in modo preciso e puntuale.
  3. Abbandona la bella scrittura
    Usare una grafia perfetta non solo ti farà sprecare il doppio del tempo, ma sarà inutile perché una volta tornato a casa dovrai comunque trascrivere gli appunti in bella copia.
  4. Utilizza abbreviazioni
    Nel prendere appunti la velocità è un’arma fondamentale. Perciò questo sarà l’unico caso in ambito scolastico (e sottolineiamo: l’unico!) in cui potrai permetterti di utilizzare le abbreviazioni e il linguaggio da sms. Via libera quindi ai “cmq” al posto dei “comunque”, alle “x” al posto dei “per”, ma anche all’abbreviazione di parole lunghe come “letteratura”, che diventerà semplicemente “lett.”
  5. Elimina le parole inutili
    Sempre per lo stesso discorso relativo alla velocità come ingrediente necessario per prendere appunti, evita tutte quelle parole che non servono per comprendere il discorso: articoli, congiunzioni, preposizioni e quant’altro. Ad esempio, invece di scrivere: “Il padre di Leopardi era anch’esso un filosofo e un letterato”, potrai scrivere “Padre Leopardi = filosofo, letterato”. Il concetto sarà ugualmente comprensibile, ma avrai risparmiato del tempo prezioso.
  6. Cattura la tua attenzione con alcuni stratagemmi
    Quando andrai ai rileggere gli appunti presi, sarà comodo individuare immediatamente i concetti più importanti. Perciò in fase di scrittura potrai evidenziarli in diversi modi:
    - scrivendoli in maiuscolo,
    - segnalandoli con frecce o punti esclamativi
    - sottolineandoli
  7. Inventa un codice tutto tuo
    Man mano che prenderai dimestichezza con l’arte degli appunti, potrai arrivare ad ideare un codice tutto tuo che ti permetterà di risparmiare del tempo prezioso. Ad esempio alla parola “ovvero” potrai sostituire una freccia “ -> ” e utilizzare questo simbolo per tutti i tuoi appunti.

4. COME PRENDERE APPUNTI: COSA FARE UNA VOLTA TORNATI A CASA

Il tuo compito non sarà concluso una volta presi gli appunti in classe: come detto prima, costituiscono circa il 50% dello studio, non lo sostituiscono nella sua totalità.
Una volta tornato a casa, quindi, ti toccherà rivedere, ricopiare e rielaborare i tuoi appunti. È importantissimo, quasi fondamentale, che questa operazione venga fatta entro le 24h successive alla lezione: in questo modo riuscirai veramente a imprimere nella tua mente tutte le nozioni che ti serviranno per l’interrogazione, la verifica o l’esame. Perciò, anche se ti senti veramente troppo stanco, cerca di dedicare almeno una mezz’ora a questa fase di studio importantissima.

Cosa dovrai fare una volta rientrato a casa? Segui questa scaletta:

  • Rileggi i tuoi appunti
  • Leggi sul libro la lezione corrispondente
  • Integra i tuoi appunti con ciò che del libro ritieni sia più importante
  • Trascrivi i tuoi appunti, completi delle dovute integrazioni, in bella copia

Nella fase di trascrittura ti consigliamo di utilizzare pennarelli colorati ed evidenziatori per dare maggior risalto ai concetti più importanti. Questo stimolerà la tua memoria visiva e ti aiuterà a rendere più piacevole lo studio.

Ti servono altri consigli per prendere appunti? Dai un'occhiata alla nostra gallery!