Esame orale maturità 2017: come esporre la tesina al colloquio

Di Valentina Vacca.

Come esporre la tesina all'orale di Maturità: ecco i consigli per presentare il percorso e per fare una bella figura con la commissione

SPECIALE MATURITA' 2017

1° scritto | 2° prova | 3° prova| Orale | Tesina | Voto

COME ESPORRE LA TESINA DI MATURITA'

L'orale dell'esame di maturità è l'ultimo grande scoglio che separa i maturandi dalle tanto desiderate vacanze estive. Nonostante sia l'ultima prova, però, spesso è anche la parte dell'esame di Stato che spaventa di più, visto che ci si trova di fronte all'intera commissione e alle domande dei commissari esterni ed interni.
Un ottimo modo per rompere il ghiaccio durante il colloquio è quello di iniziare con un'esposizione della tesina di maturità convincente, che valorizzi al massimo il lavoro svolto.
Tempo fa vi abbiamo spiegato come fare una presentazione Power Point che faccia da supporto proprio al vostro lavoro. Ma come bisogna muoversi per esporre la tesina di maturità in modo efficace?

Esporre la tesina di Maturità
Esporre la tesina di Maturità — Fonte: istock

Leggi anche: Maturità 2017, i programmi per fare le mappe concettuali della tesina

ORALE MATURITA': COME ESPORRE LA TESINA

Innanzitutto devi esercitarti: i giorni prima dell'orale esponi la tua tesina utilizzando anche un cronometro e un registratore e cerca di focalizzarti soprattutto sui punti chiave del tuo lavoro. Come tempo, imponiti 10 minuti circa, nè di più nè di meno; riascolta la tua presentazione e cerca di capire se sei stato abbastanza chiaro.

Da non perdere: Tesina maturità: decine e decine di percorsi svolti in ordine alfabetico

ESPORRE TESINA MATURITA'

Quando sarai davanti alla commissione, cerca di concentrarti solo sui punti salienti della tesina evitando i giri di parole in modo tale da non perdere il filo del discorso; fai un bel respiro profondo e rilassati... il resto verrà da sè! Ricordati però di non parlare troppo velocemente, altrimenti potresti dar l'impressioni d'aver imparato tutto a memoria.
Ultimo accorgimento: quando parli ad esempio di un argomento d'italiano, rivolgi il tuo sguardo verso il commissario di quella materia e non verso gli altri; a questi ultimi rivolgi solo ogni tanto un'occhiata in modo tale da farli sentire comunque partecipi.

Se ancora non ti è chiaro, vedi la nostra gallery con le cinque dritte salienti su come esporre la tesina!

Ora sei pronto per l'orale? Noi crediamo proprio di sì!