Job Act: ultima occasione per avere un contratto a tempo indeterminato

Di Valeria Roscioni.

Riforma Poletti: se hai un contratto in scadenza hai 120 giorni di tempo per trasformarlo in indeterminato. Poi sarà tardi

JOB ACT: ULTIMA OCCASIONE PER CONTRATTI A TEMPO INDETERMINATO. Ultima chiamata per ottenere un contratto a tempo indeterminato. Ad avvertire i lavoratori è Il Manifesto con un editoriale che non lascia spazio a dubbi: coloro che hanno un contratto appena scaduto o in scadenza hanno 120 giorni di tempo per avere la meglio sul proprio datore di lavoro e trasformarlo nel celeberrimo e richiestissimo indeterminato, poi la Riforma Poletti sarà effettiva a tutti gli effetti e questo diventerà impossibile.

Riforma del lavoro - Articolo 18: cosa cambia

CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO: COME FARE AD AVERLO. La questione è molto semplice: tutti i contratti che sono stati stipulati prima dell’entrata in vigore nella riforma del lavoro rientrano ancora sotto la vecchia legislatura secondo cui, si legge su Il Manifesto: “solo una esigenza lavorativa effettivamente temporanea e ben specificata nel testo dello stesso contratto a termine poteva renderne legittima la stipula, sicché, in mancanza sostanziale o formale di questa «causale» temporanea, il contratto si sarebbe trasformato automaticamente a tempo indeterminato”. Questo significa che i contratti che stanno scadendo in questo periodo ma sono stati stipulati prima del 16 maggio 2014 (data dell’entrata in vigore del decreto Poletti o Job Act che dir si voglia) sono ancora impugnabili entro 120 giorni dalla scadenza.

Cerchi un lavoro? Guarda qui tante offerte per te

RIFORMA DEL LAVORO: COSA CAMBIA. Un procedimento, questo, che poi non potrà più essere attuato dato che la riforma del lavoro voluta dal Governo Renzi prevede che i contratti a tempo determinato potranno essere stipulati sempre, a prescindere dal fatto che l’esigenza lavorativa che li muove sia o meno temporanea.