Finanziamenti per aprire un'attività in Franchising

Di Andrea Maggiolo.

Dal 2003 al 2009, in soli sei anni, le imprese avviate sono state ben 617 per un investimento complessivo di oltre 50 milioni di euro. Ci sono infatti specifiche agevolazioni per i giovani che vogliano avviare una piccola attività imprenditoriale in Franchising con una serie di Franchisor convenzionati. Ad esempio, tra il 2004 e il 2008 Invitalia ha sostenuto l'apertura di 121 negozi sui 550 che formano l'intera rete nazionale di Mail Boxes Etc. Una scommessa vinta

Invitalia, sfruttando le potenzialità della legge sull'autoimpiego, offre anche specifiche agevolazioni ai giovani che vogliano avviare una piccola attività imprenditoriale in Franchising con una serie di Franchisor convenzionati.

I finanziamenti sono destinati a future ditte individuali, da costituirsi dopo la presentazione della domanda per le agevolazioni, e da società già costituite (non aventi, tuttavia, scopi mutualistici): in entrambi i casi, il titolare della ditta individuale o la maggioranza dei soci nelle società devono essere maggiorenni, non occupati e residenti nel territorio italiano. Una precisazione: l'ubicazione della sede legale dell'impresa deve, necessariamente, essere sul suolo italiano.

INVITALIA E IL FRANCHISING
Recentemente la stessa Invitalia ha fornito specifici dati sui risultati della campagna di affiliazioni a Franchisor convenzionati. Dal 2003 al 2009, in soli sei anni, le imprese avviate sono state ben 617 per un investimento complessivo di oltre 50 milioni di euro. Un dato rilevante e importante al quale, tuttavia, vanno aggiunte alcune, semplici, considerazioni: la maggior parte delle agevolazioni sono state destinate a nuove imprese del Mezzogiorno permettendo, inoltre, la creazione di circa 1200 posti di lavoro. Ad esempio, tra il 2004 e il 2008 Invitalia ha sostenuto l'apertura di 121 negozi sui 550 che formano l'intera rete nazionale di Mail Boxes Etc. Una scommessa vinta.

Le iniziative agevolabili possono riguardare la commercializzazione di beni e di servizi. Le agevolazioni previste dal progetto Franchising di Invitalia sono:
- per gli investimenti, un contributo a fondo perduto e un mutuo a tasso agevolato, che può anche arrivare a coprire il 100% degli investimenti ammissibili
- per la gestione, un contributo a fondo perduto, anche su base pluriennale, sulle spese ad essa relative

QUANTO SI OTTIENE DI FINANZIAMENTO?
L'entità di ciascuna singola agevolazione non è predefinita, ma è il risultato di un calcolo che tiene conto dell'ammontare degli investimenti e delle spese di gestione nonché delle caratteristiche del mutuo a tasso agevolato (durata, entità e tasso) che si intende richiedere. Il calcolo, spiegano da Invitalia, "deve essere effettuato nel rispetto del principio che prevede che l'importo del mutuo a tasso agevolato per gli investimenti non possa essere inferiore al 50% del totale delle agevolazioni concedibili". Il mutuo è restituibile in 7 anni, con rate trimestrali costanti posticipate.

La valutazione della domanda di finanziamenti viene effettuata attraverso una verifica in due tappe, ed è anche previsto un colloquio con il richiedente. Superata la prima fase di verifica, il franchisor fornirà poi direttamente ai proponenti un servizio di accompagnamento alla predisposizione del "progetto di impresa". In seguito alla firma del contratto, inoltre, Invitalia fornirà ai beneficiari un servizio di assistenza tecnica e gestionale, con incontri collettivi, individuali e con il supporto del sito Web dedicato.

Ma arriviamo al punto più importante. Quali sono i Franchisor convenzionati? Sono tanti, in vari settori del commercio e dei servizi. Li potete scoprire a questo indirizzo. Ce n'è per uttti i gusti: da Natura Sì (il supermercato del biologico) a Jean Louis David, da Poltrone e Sofà all'agenzia immobiliare Toscano, dalla catena di abbigliamento Original Marines a La Camiceria, e tanti altri.

LEGGI LA LISTA COMPLETA DEI FRANCHISOR CONVENZIONATI

Consiglio: considerando il periodo non proprio florido dell'economia italiana, la cosa migliore è rischiare il meno possibile per ridurre la percentuale di fallimento, e questo si può fare affiliandosi a un marchio serio e molto conosciuto in Italia.

COSA BISOGNA FARE PER ACCEDERE AL FRANCHISING?
La procedura è estremamente semplice. le tappe sono 5:
1) Consultare l'area franchising sul sito Invitalia
2) Scegliere il franchisor solo tra quelli accreditati da Invitalia
3) Compilare la domanda online (a fine inserimento dati, l'invio è automatico)
4) Stampare la domanda, e i relativi allegati, completi in ogni parte
5) Firmare e inviare tutta la documentazione tramite raccomandata a.r., entro 5 giorni dal completamento informatico a: INVITALIA AUTOIMPIEGO Via Pietro Boccanelli, 30 00138 Roma.

LINK UTILI
SITO DI INVITALIA

COME FARE UN BUSINESS PLAN VINCENTE
BANDI PER IMPRENDITORIA GIOVANILE