Collocamento: ecco come è cambiato

Di Clicca Lavoro.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato le disposizioni correttive del decreto legislativo n. 181 dell'aprile 2000, riguardante le disposizioni per agevolare l'incontro tra domanda e offerta di lavoro. Le riforme, a cui aveva lavorato l'economista Marco Biagi, prevedono molte novità

IL COLLOCAMENTO: COME FUNZIONA - Le assunzioni avverranno con chiamata diretta per tutti. Niente più liste di collocamento, la chiamata sarà nominativa e basterà dare notizia dell'avvenuta assunzione. Le liste di collocamento resteranno in vigore per i lavoratori disabili, per i marittimi e per gli iscritti al collocamento dello spettacolo. Inoltre, resteranno in vigore anche le liste dei lavoratori in mobilità. Chi è senza lavoro o ha intenzione di cambiarlo dovrà inserirsi nell'elenco anagrafico che contiene i dati del lavoratore e a differenza delle vecchie liste di collocamento, il tempo di iscrizione nell'elenco non sarà un criterio di selezione.

Offerte di lavoro - Tante opportunità nel CercaLavoro

LA SCHEDA PROFESSIONALE - La Scheda professionale sostituirà il libretto di lavoro. Un Decreto del Ministero definirà il sistema di classificazione dei dati contenuti della scheda professionale e definirà il formato di trasmissione. I dati della scheda saranno la base per la costituzione del Sistema Informativo Lavoro (SIL).

STATO DI DISOCCUPAZIONE - Nuova identificazione dello stato di disoccupazione. Viene considerato disoccupato "chi è immediatamente disponibile allo svolgimento ed alla ricerca di una attività lavorativa". Sono considerati disoccupati di lunga durata i soggetti alla ricerca di un'occupazione da più di 12 mesi o da 6 mesi se giovani con meno di 25 anni. Le regioni valuteranno i criteri e le modalità per accertare lo stato di disoccupazione.

In caso di rifiuto di attività di formazione e di offerte di lavoro di durata superiore agli otto mesi (quattro mesi per i giovani) nell'ambito del territorio regionale si perde lo stato di disoccupazione. Si mantiene lo stato di disoccupazione qualora l'attività lavorativa non assicuri un reddito annuale superiore al reddito minimo annuo.

I mestieri in via d'estinzione

COLLOQUIO DI ORIENTAMENTO - Introduzione di colloqui di orientamento. I servizi per l'impiego offriranno servizi di orientamento, in cui sottoporranno i disoccupati ad interviste per favorire l'incontro tra domanda ed offerta di lavoro, proponendo corsi di formazione e certificando le esperienze pregresse del disoccupato.

ASSUNZIONE E LICENZIAMENTO COLLETTIVI - I datori di lavoro devono dare comunicazione contestuale dell'instaurazione del rapporto di lavoro (anche per le collaborazioni coordinate e continuative e per i contratti per soci lavoratori di cooperativa) ed hanno dieci giorni di tempo per comunicare le variazioni del rapporto di lavoro. Il diritto alla precedenza nelle riassunzione presso la medesima azienda in caso di licenziamento collettivo è limitato a sei mesi (anziché un anno).