Coinquilino da incubo, ce l'hai anche tu?

Di Tommaso Caldarelli.

Tutte le caratteristiche del peggior coinquilino al mondo spiegate dal team di Coinquilino di M***a

Un mostro si aggira per l'Europa: è il Coinquilino da incubo, anzi, di m***a, abbreviato, CDM. Il Cdm ti rovina la vita e rende la tua esperienza da studente fuorisede, già di per sé non molto esaltante, un vero e proprio inferno. Fa tardi agli appuntamenti. Lascia il bagno come un campo di battaglia. Mangia il tuo pranzo.

CDM, GUARDA LE VIGNETTE DI DARIO CAMPAGNA -->>


IL CDM - Alle storie orrende sul Cdm non c'è mai fine: però, c'è una speranza. Perché c'è una pagina Facebook che ha scelto di raccogliere tutte le storie (vere, verissime, vissute) sui Cdm di tutt'Italia (ed Europa): è, appunto, il Coinquilino di M***a. Che in questa guida ci spiega come riconoscere al primo colpo un Cdm. E come starne adeguatamente lontani. Ecco la loro guida, in esclusiva per Studenti.it.

UNIVERSITA', LE ULTIME NEWS -->>

ASPIRANTI CDM - Identifichiamo come "aspirante cdm" quel particolare tipo di cdm che, cacciato dall'abitazione in cui si trovava o dileguatosi per vari motivi, si camuffa da innocuo studente o ligio lavoratore in cerca di una stanza singola o un posto letto. L'aspirante cdm è anche il neodiplomato che si prepara a diventare studente fuori sede. Questo esemplare, spesso inconsapevole della propria condizione, è conosciuto anche come "matricola di m.".

LA PRIMA VOLTA - L'aspirante cdm, nel giorno dell'appuntamento per vedere la stanza, ti chiama quattro volte: - la prima per avvisarti di un ritardo; - la seconda per avvisarti del fatto che si è liberato e sarà puntuale; - la terza per dirti che l'autobus è nel traffico; - la quarta per dirti che sta per arrivare e sarà puntuale. Arriverà comunque con circa quaranta minuti di ritardo. Se hai fatto i salti mortali per liberarti dai tuoi impegni, in modo da poter mostrare la stanza all'aspirante cdm, questi non si presenterà all'appuntamento.

HAI UN COINQUILINO DI M.? RACCONTALO A LORO-->>

UNA STORIA - Matteo M. ci segnala la sua esperienza. «L'aspirante cdm, nonché aspirante modella, ti chiede di mandarle alcune foto della stanza e poi prende appuntamento per la sera. Non viene e non chiama. Ti manda un messaggio il giorno dopo chiedendo scusa per non essere venuta, essendo stata impegnata a vedere altre case e chiedendo di venire quella sera stessa. Non viene e non chiama. Ti manda un messaggio il giorno dopo chiedendoti di mandarle una tua foto. Ti trattieni dal mandarla a quel paese».

LE ALTRE VIGNETTE -->>

IN COMPAGNIA -L'aspirante cdm viene a vedere la stanza accompagnato da: - madre apprensiva; - sorella ansiogena; - fidanzato/a che ti guarda come "se la prendi in casa vuol dire che te la vuoi portare a letto"; - amico col furgone già in strada. (Anja L. ci informa di un'aspirante cdm che arriva a vedere casa con una suora). L'aspirante cdm si presenta così: "Ciao. Visto che sono fuori sede, volevo dirti che verranno a trovarmi e dormiranno qui: mia madre, mio padre e mio fratello". In risposta alla tua faccia perplessa aggiunge, in modo poco convincente, "sporadicamente".

I PIATTI PREFERITI DAI FUORISEDE -->>

ALTRE STORIE - Laura G. ci segnala. «L'aspirante cdm se ne va senza aver pagato nulla e lasciandoti in mano a Gesù il 20 settembre. Il contratto inizia il 1 ottobre». Olivia de P. ci informa: «L'aspirante cdm si presenta a casa per vedere la stanza direttamente con la valigia (un mini trolley dove riesce a mettere tutta la sua vita) e ti domanda: "Senti, posso iniziare a dormire qui già da stanotte? poi domani se ne riparla…"» Angelo R. ci racconta: «L'aspirante cdm, come prima cosa, chiede se avreste eventualmente potuto stabilire la regola di indossare, in casa, esclusivamente pantofole e, avendo saputo che vivi al quarto piano senza ascensore, ci tiene a sapere il numero esatto di gradini che portano al pianerottolo».

cdm3

LE ALTRE VIGNETTE -->>

UNA MAMMA IMPONENTE - Giada L. ci illustra un caso limite. «L'aspirante cdm risponde al tuo annuncio di affitto camera facendo telefonare la madre. Non contenta, si presenta a visionare la stanza scortata dai genitori (ovviamente dopo aver bombardato di telefonate l’unica coinquilina non di m. assente per lavoro). La prima cosa che noti dell’acdm è la stazza della madre, che copre interamente lo spazio della porta; la seconda sono le guanciotte rosse da avvinazzato del padre succube. Lei, non la senti neanche: noti solamente che somiglia per dimensioni alla genitrice. La madre dell’acdm osserva schifata il letto della stanza in affitto, chiedendoti se non ce ne sia uno più grande perché la figlia, poverina, non ci entra. Sempre la madre dell’acdm, al momento delle spiegazioni su spese, bollette e contratto, ti chiede se può usare il bagno, sparendo per circa una mezz’ora, tra gli sguardi costernati della figlia e del marito che “non si spiegano cosa possa essere successo”.

I FUORISEDE, PERICOLO ALCOOL? -->>

BRUTTE ESPERIENZE - "Un istante prima che tu e le tue coinquiline non di m. decidiate di chiamare il 118, la madre dell’acdm riappare dal gabinetto, dicendo con nonchalance di aver usato un asciugamano rosso da viso e prendendo quasi istantaneamente le scale insieme al resto della famiglia. Rimani a guardarti con le altre coinquiline fino a che un’esalazione mefitica di zolfo pervade tutta la casa, corri in bagno e noti: a) tracce marroni nella tazza; b) gocce d’acqua sul bordo del bidet e peli brizzolati all’interno di esso; c) che l’asciugamano rosso da viso con cui si è asciugata è il tuo».

NOTA BENE - Mai lasciar scegliere il futuro coinquilino al vostro cdm. Ripetiamo. Mai lasciar scegliere il futuro coinquilino al vostro cdm. In questo caso il rischio di trovare un aspirante cdm diventa certezza. Se il cdm siete voi, rassegnatevi. Avrete un nuovo cdm in casa.

Foto, copertina, fotogallery: Dario Campagna