Cime tempestose di Emily Brontë: trama e analisi

Cime tempestose di Emily Brontë: trama e analisi A cura di Silvia Corelli.

Cime tempestose di Emily Brontë: trama, recensione, personaggi e commento del celebre romanzo che ha dato vita a diversi adattamenti cinematografici

1Presentazione del romanzo Cime tempestose: i rapporti col romanticismo

Cime tempestose è la traduzione italiana di un romanzo inglese di Emily Bronte, l’unico pubblicato dalla scrittrice, sorella di Charlotte e Anne Bronte (tutte e tre autrici di romanzi). Il titolo originale di questo romanzo, che vede la luce nel 1847 è Wuthering Heights, il nome di una località montana in cui ha luogo la vicenda. Le tematiche che il romanzo affronta riprendono i temi più evidenti del Romanticismo inglese: una storia d’amore dolorosa è il pretesto per un’analisi dei lati oscuri dell’Io, delle ossessioni che si celano nell’animo di un uomo avvinto dal dolore, il rapporto – e gli effetti – che la natura incontaminata e dominatrice ha sull’uomo, solo ma libero nei panorami della brughiera inglese. Come di molti romanzi dell’ottocento inglese, anche Cime Tempestose è stato adattato per svariate pellicole cinematografiche. 

2La trama di Cime tempestose

2.1Una premessa

A raccontarci – in flashback – la storia di Cime Tempestose è Mr. Lockwood, nuovo inquilino affittuario del casale Thrushcross Grange, il quale l’ascolta a sua volta da Nelly Dean, la governante della casa.
Lockwood ha avuto la sfortuna di incontrare il proprietario di Thrushcross Grange durante il suo viaggio verso la nuova dimora, quando, a causa di una terribile tempesta, si rifugiò proprio nella casa in cui il proprietario vive in solitudine: Wuthering Heights.
Un fatto stranissimo accade durante la notte, alla finestra di Lockwood bussa un fantasma e, terrorizzato, chiede soccorso al proprietario che, disperato, spalanca la finestra e chiede al fantasma di entrare. Vento e neve entrano nella stanza, ma del fantasma non c’è traccia e l’uomo rimane gettato sulla finestra piangendo disperatamente.  

2.2L’infanzia di Heathcliff e Cathrine

Ritratto delle sorelle Bronte
Ritratto delle sorelle Bronte — Fonte: ansa

Il giorno dopo, Lockwood racconta l’accaduto, considerando pazzo il padrone di casa, a Nelly Dean che, commossa, racconta la storia che c’è dietro questo singolare evento.
Il padrone di Wuthering Heights e di Thrushcross Grange è Heathcliff, un orfano adottato dal vecchio proprietario di Wuthering Heights, Mr. Earnshow. Nelly conosce bene questa storia perché, anni prima, era governante di quella casa e lavorava per Mr. Earnshow quando questi aveva adottato il ragazzino. Il signor Earnshow ha anche due figli legittimi, un ragazzino, primogenito Hindley e la più piccola Catherine. Hindley è debole, geloso di Heathcliff e orripilato dall’aspetto zingaresco di questo orfano che il padre ha avuto l’ardire di portare nella loro rispettabile casa. Catherine è incuriosita da questo nuovo fratellastro ma non ne ha paura o repulsione, ha un animo selvaggio come il suo e scopre subito una grande affinità con il ragazzo: lei e Heathcliff diventano inseparabili e crescono insieme giocando, correndo a cavallo per la brughiera, e, pian piano, ormai adolescenti si innamorano perdutamente l’uno dell’altra.
Hindley è sempre più violento nei confronti di Heathcliff ma il padre, che ha molto a cuore l’orfano che ha adottato e non nutre invece nessuna stima verso il suo vero figlio, decide di mandare Hindley in collegio per educarlo e renderlo un uomo rispettoso ed educato. 

2.3Hindley torna a casa

Rara edizione di Cime Tempestose
Rara edizione di Cime Tempestose — Fonte: ansa

Purtroppo il piano del padre non riesce. Il signor Earnshow muore a distanza di pochi anni e Hindley torna dal collegio per prendere le redini della proprietà del padre come legittimo erede. Porta con sé sua moglie, Frances, di cui è sinceramente innamorato.
Ora che è proprietario della casa e che non c’è più suo padre ad ostacolarlo, Hindley può finalmente vendicarsi di Heathcliff e riversa su di lui tutto il suo odio. Heathcliff viene costretto a lavorare come agricoltore nella tenuta di Wuthering Heights, viene trattato come un servo e non più come un fratello.

Solo Catherine ovviamente continua a trattarlo come un pari e i due approfittano di ogni occasione per scappare insieme nella brughiera. In una delle loro scappatelle succede che i due si intrufolino nella tenuta di Thrushcross Grange, a quel tempo proprietà della famiglia Linton. Catherine rimane affascinata da questo posto meraviglioso, carico di classe e di buone maniere come non ne vedeva da anni. Mentre sono lì a curiosare, la ragazza viene morsa da un cane da guardia ed è costretta a rimanere presso i Linton per rimettersi. Heathcliff è da solo a Wuthering Heights con Hindley e sua moglie. Soffre moltissimo ma è pieno di speranze per il ritorno di Catherine. 

2.4Catherine ed Edgar: la situazione precipita

Ci troviamo adesso in un momento critico nella narrazione. Catherine, ancora dai Linton, viene educata dalla padrona di casa. Comincia a perdere quei suoi modi villani e selvatici avuti fin dall’infanzia e a comprendere i meccanismi della società e dell’educazione ottocentesca. Si invaghisce quindi del figlio dei Linton, Edgar, che si mostra un perfetto gentiluomo, pulito e rispettoso, galante nei suoi confronti come nessuno era mai stato prima. Heathcliff intanto viene pubblicamente umiliato davanti a Edgar che era andato a far visita a Hindley. Il ragazzo è rabbioso ma confida ancora nel ritorno di Catherine. Questo ha luogo poco tempo dopo: la ragazza è ben vestita, completamente ripulita, pare non avere più nulla a che fare con lui, sporco e rozzo.  

Catherine confessa i suoi sentimenti a Nelly: è innamorata perdutamente di Heathcliff, ma una ragazza come lei, di buona famiglia, non potrebbe mai avere un futuro felice insieme ad un servo e decide quindi di sposare Edgar, verso cui nutre comunque un grandissimo affetto, per garantirsi una vita rispettabile. Heathcliff si ritrova ad origliare il discorso solo nella sua dichiarazione finale: non ha sentito la parte in cui la ragazza confessa di amarlo e, ferito, umiliato, lascia Wuthering Heights provocando una crisi in Catherine che quasi muore per il dolore. Riesce comunque a superare la crisi. Dimentica momentaneamente il suo amato, sposa Edgar come programmato. Hindley intanto perde sua moglie, da cui ha appena avuto un figlio, chiamato Hareton, e si abbandona alla disperazione, diventa un alcolizzato, lascia il piccolo alle cure di Nelly senza quasi prestare mai attenzione al ragazzino.  

2.5Il ritorno di Heathcliff

Ritratto di Emily Bronte
Ritratto di Emily Bronte — Fonte: getty-images

Tre anni dopo la fuga di Heathcliff, Wuthering Heights è completamente abbandonata a sé stessa. Hindley sta mandando tutto il malora, Catherine ha ormai una nuova vita a Thrushcross Grange dove è felicemente sposata con Edgar e dove vive insieme a sua cognata, Isabel con cui è molto amica. Heathcliff torna a Wuthering Heights: è un uomo apparentemente galante, di buone maniere e soprattutto ha accumulato una grandissima fortuna con cui riesce a comprare Wuthering Heights strappandola, con un’ipoteca, a Hindley che ormai non è più in grado di gestire nulla. I suoi piani sono solo di vendetta: è tornato solamente per vendicare tutto il dolore subito. Comincia con Hindley e con suo figlio Hareton, dopo avergli strappato la casa tratta entrambi come servi e si dedica a rovinare in ogni modo il futuro del ragazzo.

Intanto fa in modo di ingelosire Catherine, ancora follemente innamorata di lui e di nuovo preda di folli attacchi nervosi dopo il suo ritorno. Heathcliff ha in mente di far innamorare di lui la piccola e ingenua Isabel, che cede alle sue lusinghe non capendo le reali intenzioni di Heathcliff. Catherine ed Edgar, che hanno capito però i reali piani dell’uomo, cercano di dissuadere la ragazza che ha una furiosa lite con Catherine accusandola di essere solamente gelosa. Isabel scappa con Heathcliff ma appena sposati e trasferitisi a Wuthering Heights finalmente l’uomo si mostra per quello che è. Isabel vive un incubo, suo marito è un mostro, violento e freddo, odia terribilmente Isabel perché è stupida e soprattutto, perché lei non è Catherine, il suo unico amore.

Hindley e Hareton intanto, a distanza di poco tempo, si ammalano e muoiono. Isabel partorisce il figlio di Heathcliff, Linton, anche Catherine è incinta ma non riesce a sopravvivere al parto: muore dopo aver dato alla luce la piccola Cathy, lasciata alle cure di Edgar, straziato dal dolore per la perdita della moglie.
Heathcliff perde completamente il lume della ragione e annega nei più oscuri lati della sua psiche. 

2.6Passano dodici anni

Ormai anche Isabel è morta e Heathcliff è l’unico incontrastato padrone di Wuthering Heights. I suoi piani di vendetta sono ora ancora più violenti: morta Catherine non ha più amore in serbo per nessuno e si nutre solamente di odio. È deciso a impadronirsi anche della tenuta di Thrushcross Grange che è ancora in mano a Edgar e alla figlia sua e di Catherine, la piccola Cate. Heathcliff ha intenzione di rendere suo figlio Linton il marito di Cathy per poter mettere così le mani sulla proprietà della ragazza. Anche questa volta Heathcliff riesce nel suo intento, passano tre anni ed Edgar, ammalato, muore lasciando Cathy e Linton nelle grinfie di un uomo senza cuore. I due ragazzi sono sinceramente innamorati, proprio come i loro genitori quando avevano la loro età: sono ormai, infatti, adolescenti. Di qui a poco, però, Linton muore, lasciando Heathcliff con Nelly, Cathy e nessun altro.

Certo ottenere la sua vendetta non risparmia Heathcliff che non riesce ancora a darsi pace. Proprio come era successo la prima sera in cui Lockwood arrivò a Wuthering Heights, Heathcliff è perseguitato dai fantasmi: continua a vedere Catherine aggirarsi per la brughiera e la sente bussare alla finestra della sua stanza. È proprio nella vecchia camera di Catherine che Heathcliff viene trovato morto una mattina, congelato e denutrito dopo tre giorni passati davanti la finestra spalancata, senza cibarsi, mentre fuori imperversava la tempesta e lui continuava a chiamare Catherine. Il corpo di Heatcliff viene sepolto nella stessa tomba di Catherine, i due possono riposare insieme. 

Non posso abbassare lo sguardo su questo pavimento che i suoi lineamenti sono delineati nella pietra. In ogni nuvola, in ogni albero, nell'aria della notte e nell'aspetto di ogni oggetto durante il giorno, io sono circondato dalla sua immagine!

Heathcliff, Cime tempestose, cap. XXXIII

3I personaggi di Cime Tempestose

3.1Heathcliff e Catherine

Sono i protagonisti del racconto e il loro amore, anche dopo la morte della ragazza, è il tema del romanzo Cime Tempestose. Heathcliff è un orfano, di origini probabilmente zingaresche, è selvaggio, bellissimo, uno spirito libero e inizialmente dal cuore buono e gentile. Catherine ha un animo affine al suo, è una ragazza, e poi una donna, dal carattere passionale ma, crescendo, sviluppa una razionalità che le permette, fino a un certo limite, di capire quale sia la vita più dignitosa per una donna a quel tempo. Purtroppo questo raziocinio non può nulla contro la passione smodata verso Heatcliff. Lei è innamorata fino, letteralmente, alla follia. Lui, offeso e innamorato, fa in modo di ferirla. L’amore di Heathcliff per Catherine diventerà l’unica ragione delle sue azioni, il motivo della sua follia e un’ossessione che lo porterà prima ad essere crudele, cinico verso chiunque non sia lei, e poi a uccidersi inseguendo il fantasma dell’amata. I due sono stati nel loro cuore inseparabili ma solo nella tomba riusciranno davvero a ritrovarsi insieme. 

3.2Hindley

Inizialmente è un ragazzino debole, viziato e non ha un cuore particolarmente generoso. È il fratello maggiore di Catherine e quando suo padre adotta Heathcliff è vittima di grandissime gelosie verso questo zingaro selvaggio. Da grande sfoga tutta la sua repressione su questo vecchio nemico ma quando sua moglie muore, distrutto dal dolore, non si cura più di nulla e si abbandona a sé stesso. Diventa un alcolizzato e finisce per perdere le sue proprietà facendosi raggirare da Heathcliff che finalmente si vendica.

3.3Edgar

Dettagli dallo scrittoio di Emily Bronte
Dettagli dallo scrittoio di Emily Bronte — Fonte: getty-images

È il marito di Catherine e apparentemente il rivale di Heathcliff ma quest’uomo, educato e gentile, innamorato di sua moglie e della piccola figlioletta, non può niente contro l’amore che lega Catherine e Heahcliff. La donna, infatti, lo ama di un amore tiepido ed è attratta solamente dalla sicurezza che Edgar le suscita.

3.4Nelly

È la governante delle due tenute di Wuthering Heights e di Thrushcross Grange. Ha cresciuto Catherine, Hindley e Heathcliff e alla fine anche i loro figli. È al corrente di tutta la vicenda, conosce l’amore e le passioni che scorrono fra i personaggi, è una spettatrice delle vicende da un punto di vista privilegiato ed è da lei che veniamo a conoscenza di tutto il racconto.

4Cime tempestose: breve commento all’opera

Brughiere del North Yorkshire, vicino Haworth: l'ambientazione scelta da Emilty Bronte per il suo romanzo Cime Tempestose
Brughiere del North Yorkshire, vicino Haworth: l'ambientazione scelta da Emilty Bronte per il suo romanzo Cime Tempestose — Fonte: getty-images

Come si è anticipato in apertura, il romanzo Cime tempestose di Emily Bronte mette in scena parecchi caratteri dedotti dal movimento Romantico. Il paesaggio violento e incontaminato della brughiera è un elemento determinante nel romanzo. Qui i due protagonisti sfogano il loro animo ribelle e selvaggio, corrono a cavallo, passano le loro giornate nelle distese di erica. Il freddo della brughiera scandisce i ritmi della vita dei protagonisti che vivono a stretto contatto con l’ambiente, il terribile freddo dell’inverno poterà Heathcliff a morirne. 

Altro elemento fondamentale in Cime tempestose è la solitudine dei protagonisti. Seguendo l’ideale romantico della scoperta e dell’introspezione nell’Io attraverso la fuga, la riflessione e l’introspezione, l’autrice disegna i protagonisti persi nella loro interiorità, perseguitato dai loro amori irrazionali e violenti. La solitudine non è una conquista per questi personaggi ma un modo di perdersi dietro le loro stesse ombre, sofferenze e persecuzioni.  

Si affaccia timidamente nella trama l’eco di un mondo regolato da leggi sociali: l’educazione è ancora un valore dominante ma non sufficiente a vivere serenamente. Lì su, nella brughiera e fra le vette di Wuthering Heights non ha un vero senso la scalata sociale e la distinzione fra servi e padroni: Hindley non ha ottenuto una vera educazione negli anni del collegio, Edgar è in fin dei conti un ometto di poco conto, Heathcliff si è arricchito probabilmente passando per affari loschi e Catherine non riesce a restare fedele al suo ideale di matrimonio perché la passione è più forte di ogni convenzione.  

[...] tutto è rovinato dalla sciocca ansia di sentir dire male di sé che perseguita certa gente come un demone.

Catherine, Cime tempestose (cap. XI)