Chirurgo italiano 26enne vola ad Harvard

Di Valentina Vacca.

C'è grande soddisfazione nell'ambito medico italiano: un giovane chirurgo di 26 anni è stato infatti invitato a parlare ad Harvard per i 200 anni del New England Journal of Medicine

Alberto Antonicelli ha 26 anni ed è il classico esempio di uno che ce l'ha fatta. Ha studiato medicina alla Statale di Milano nonostante i professori del liceo scientifico erano convinti che non ce l'avrebbe mai fatta a passare il test. Una carriera universitaria brillante la sua, durante la quale però inizia ad avvertire quel classico scalpitare ai piedi di chi desidera andare all'estero:<<Dovevo andare all’estero, avevo bisogno di sfidare le mie debolezze. Tutti mi sconsigliavano ma io ne sentivo la necessità>>.

140 CE
libro_medicinaNTRI D'ECCELLENZA UNIVERSITARI DIVISI PER SETTORE. Clicca qui>>

Nel 2009, a 23 anni, Alberto è in Ucraina dove ha la fortuna di vedere l'operazione di un ragazzino figlio degli allora bambini di Chernobyl: il polmone da piccolo e scuro che era, grazie alle mani del decano chirurgo, diventa rosa e lucente. Alberto non si ferma, la sua voglia di imparare all'estero continua a crescere, e così dall'Ucraina vola in Finlandia per l'Erasmus.

TOP 37 UNIVERSITA' ITALIANE PER MEDICINA. Clicca qui>>

Passato un anno torna in Italia e dopo le difficoltà iniziali determinate da trauma post-Erasmus, Alberto si rimette in carreggiata e sostiene gli ultimi esami. E poi arriva la scelta della tesi, che nel suo caso si rivela vincente: Gestione delle perdite aeree: metodo analogico contro metodo digitale dopo resezione polmonare. La sua ricerca lo porta a mettersi in contatto con un professore svedese esperto del tema, il quale lo proietterà verso Harvard (GUARDA TUTTO SULLA FACOLTA' DI MEDICINA, Clicca qui>>)

IL FORUM DEGLI STUDENTI DI MEDICINA. Clicca qui>>

Il New England Journal of Medicine scrive ad Alberto: chiedono un articolo di 500 battute su un tema riguardante la tecnologia in medicina e il ragazzo coglie l'occasione al volo. Oggi Alberto grazie a questo articolo sarà l'unico italiano a parlare ai Dialoghi di Harvard in occasione dei 200 anni del New England Journal of Medicine.

LE UNIVERSITA' MIGLIORI DEL MONDO. Clicca qui>>

Complimenti a questa promessa della chirurgia toracica!