Campi di volontariato: per una vacanza all'insegna della solidarietà

Di Marta Ferrucci.

L'estate è lunga... perchè non dedicare una o due settimane al volontariato presso campi ecologici del WWF o Legambiente, di archeologia oppure umanitari, in Italia o all'estero? La vita da studenti d'estate permette di prendersi lunghe vacanze e negli ultimi anni sono molti quelli che scelgono di passare parte di questo periodo in un campo lavoro come volontari. Partecipare ad un campo lavoro è semplice ma richiede buona volontà, anche se l'impegno dipende dal programma che si sceglie. Questo è il momento giusto per iscriversi

La vita da studenti d'estate permette di prendersi lunghe vacanze e negli ultimi anni sono molti quelli che scelgono di passare parte di questo periodo in un campo lavoro. Una o più settimane all'insegna del volontariato che si può svolgere presso una associazione ambientalista come Legambiente oppure in territori svantaggiati per realizzare progetti umanitari. Partecipare ad un campo lavoro è semplice ma richiede buona volontà e spirito di sacrificio, anche se l'impegno varia in funzione del programma che si sceglie.

Che tipo di campo lavoro? A seconda di quelle che sono le proprie aspirazioni, le proprie capacità ed il tempo che si ha a disposizione si può optare tra un campo di lavoro umanitario, un campo di volontariato ecologico o di volontariato per i beni culturali.

Ecologici
"C'è un'Italia migliore che non si piange addosso e che, nonostante sappia che sono tante le cose da fare, comincia da quello che ciascuno può fare, senza chiedersi se è tanto o è poco. (...)E' il mondo e l'Italia dei campi di volontariato". Così sul sito di Legambiente si parla dei campi lavoro, "un'esperienza fatta di migliaia di storie umane che si intrecciano dando vita a una trama solida di rapporti sulla quale cresce la parte migliore del Paese". Legambiente organizza campi internazionali in Italia e all'estero che si rivolgono a persone di tutte le età: ce ne sono per under 18, campi per adulti e per "over 50". Questi possono avere una durata tra i 10 e i 30 giorni, ma la maggior parte è di 2 settimane. Sul sito di Legambiente un motore di ricerca permette di cercare tra 16 tipologie di campi.

Da numerosi anni il WWF ai giovani fino ai 17 anni propone i Campi Avventura, periodi di immersione totale nella natura per scoprirla, apprezzarla e viverla assieme ad altri ragazzi provenienti da tutta Italia e dall'estero. Inoltre il WW, per l'alto valore formativo ed educativo dei propri Campi Avventura, può rilasciare un attestato di partecipazione valido per richiedere un Credito formativo alla propria scuola.

La LIPU, Lega Italiana Protezione Uccelli, organizza Campi di ricerca, sorveglianza e volontariato ecologico che hanno il duplice scopo di sostenere importanti progetti di ricerca e conservazione e di sensibilizzare il pubblico su queste tematiche, coinvolgendo direttamente nelle attività tutti coloro vogliono partecipare. Grazie al sostegno dei volontari già in passato si sono potuti portare avanti progetti di conservazione che altrimenti non sarebbero stati possibili per mancanza di fondi.

Archeologici
I Gruppi Archeologici (G.A.) d'Italia sono un'associazione di volontariato che, attraverso i suoi soci presenti in tutto il Paese, si occupa della tutela, della valorizzazione e della salvaguardia del patrimonio storico, archeologico e più in generale culturale del nostro Paese, collaborando con le Istituzioni preposte.

L'associazione organizza campi in Italia durante tutto l'anno: i prossimi in partenza sono a Tolfa, Falerii, Farnese e Ischia di Castro.
L'OIKOS è un'associazione di volontariato che propone un vasto programma di lavoro all'estero: i "progetti speciali" sono campi che presentano una maggiore richiesta di volontari; i campi in Grecia sono realizzati in collaborazione con CVG (Conservation Volunteers Greece) e mirano a ricostruire zone colpite da terremoti o dare sostegno alle popolazioni locali con interventi di restauro e ristrutturazione.

Umanitari
Arci Cultura e Sviluppo -ONG del sistema Arci- per l'estate 2006 promuove diversi campi lavoro in Palestina, nei Balcani, nei paesi del Mediterraneo o Extramediterranei. Quest'anno i progetti di intervento vanno dal recupero e riuso ambientale (Libano, Albania) al lavoro con i minori in situazioni di svantaggio (Kosovo, Palestina), dal lavoro di creazione e documentazione audiovisiva (Bosnia) alla condivisione di vita con i Sem terra (Brasile), dalla catalogazione e ricerca dei bisogni (Kosovo, Bosnia) all'incontro con le realtà più vive dell'associazionismo giovanile e non solo (Serbia, Palestina, Bosnia)nonchè esperienze in favelas (Brasile) o ancora incontro con una delle realtà più vive de l'Havana attraverso un laboratorio di progettazione partecipata e attività con i giovani (Cuba). Per partecipare ad un campo non sono richiesti requisiti particolare ma solo la conoscenza dell'inglese oppure della lingua parlata nel luogo in cui il campo si svolge.

Le iscrizioni sono aperte dal 1 aprile al 31 maggio. Tutte le informazioni sul sito dell'Arci.
Altri campi umani tari li organizzano le seguenti ONG: Focsiv Coopi - Cooperazione Internazionale Emmaus, I.B.O. Soci costruttori, Mani tese, Servizio civile internazionale, Universitari costruttori, Villaggio Volint, Sprofondo - Imperia Terre e libertà, Lunaria, Eurocultura.