Specializzazioni medicina, Giannini: stabilizzate 6000 borse all’anno

Di Chiara Casalin.

Le borse per le specializzazioni in medicina saranno stabilizzate a 6000 all’anno. Ecco cos’ha affermato il Ministro Giannini e cos'ha dichiarato il Segretariato Italiano Giovani Medici

SPECIALIZZAZIONI MEDICINA – Con l’approvazione della legge di stabilità è prevista la stabilizzazione delle borse per l’accesso alle scuole di specializzazione in medicina, che diventeranno 6000 all’anno, cosa che porrebbe fine alle variazioni che ci sono state negli anni scorsi. Ad annunciarlo è stata il ministro Stefania Giannini che, secondo quanto riporta il sito specializzato Quotidiano Sanità, si è detta molto soddisfatta di questa misura.
Si dichiarano soddisfatti anche i membri del Segretariato Italiano Giovani Medici (S.I.G.M.) che, tramite un comunicato stampa, hanno dichiarato: "Dopo anni di iniziative di sensibilizzazione delle Istituzioni, messe in campo dalla nostra Associazione, finalmente si consegue un traguardo che da stabilità al sistema della formazione post lauream di medicina."

Specializzazioni medicina: chiesta proroga per l'assegnazione delle borse di studio

BORSE SPECIALIZZAZIONE MEDICINA - Il S.I.G.M., però, ha continuato specificando che sono necessarie altre misure: “in attesa che tale annuncio (sulla stabilizzazione delle 6000 borse di studio, ndr) trovi concretezza nell’approvazione della legge di stabilità, chiediamo che i Ministeri competenti (Ministero Salute e MIUR) e le Regioni intervengano in maniera sinergica per ripianificare l’attuale fabbisogno di medici. Occorre, infatti, rivedere in basso l’attuale contingente annuo di accessi alle Scuole di Medicina, per compensare le iscrizioni in sovrannumero conseguenti ai ricorsi e gli errori di programmazione commessi in passato, riassorbendo l’attuale gap tra numero di laureati e possibilità di accesso alla formazione post lauream (scuole di specializzazione e corsi regionali di formazione specifica di medicina generale).

Focus: Ricorsi specializzazioni medicina: aggiornamenti

SPECIALIZZAZIONI MEDICHE - Inoltre il S.I.G.M. afferma che è necessario “rimodulare la distribuzione delle risorse: in risposta agli attuali ed ai futuri scenari di salute è indispensabile dotare il sistema salute di un maggiore contingente di medici generalisti, ma anche di specialisti orientati al trattamento delle cronicità ed alla riabilitazione. In tale prospettiva, appare di strategica importanza integrare la formazione specialistica con la formazione specifica di medicina generale, shiftando parte delle risorse sulla formazione degli specialisti delle cure primarie, creando un’osmosi culturale e professionale che è presupposto imprescindibile per l’implementazione di un sistema integrato delle cure.”