Borse di studio, subito 5mila euro per i fuorisede

Di Tommaso Caldarelli.

Il ministro Carrozza sblocca le borse di mobilità per gli studenti meritevoli e non abbienti che vogliono studiare in un'altra regione

Diritto allo studio, il ministero annuncia che sono stati sbloccati dal ministro Maria Chiara Carrozza 17 milioni di euro in borse di studio da 5mila euro ognuna per sostenere la mobilità studentesca, ovvero quegli studenti che hanno intenzione di trasferirsi fuori dalla loro regione per studiare: benefici che sono immediatamente disponibili a chi vorrà farne richiesta, tramite il sito internet del ministero, già per l'anno accademico 2013-2014.

BORSE DI STUDIO, LE NEWS

DI COSA SI TRATTA - Come dicevamo, si tratta di una dotazione in grado di coprire fino a 1.130 borse dall'ammontare, ognuna, di 5mila euro: le borse potranno essere richieste dagli studenti particolarmente meritevoli, in termini di voto di maturità, e disagiati dal punto di vista economico. I requisiti infatti sono: "l'essersi diplomati in Italia nell’anno scolastico 2012/13 con voto di maturità almeno pari a 95/100", informa direttamente il ministero, e una valutazione delle condizioni economiche dello studente operata tramite l'ISEEU; complessivamente la graduatoria sarà stilata tenendo conto per il 60% delle condizioni economiche, e per il 40% del merito scolastico.

COME OTTENERE LE BORSE DI STUDIO

COME OTTENERLA - La borsa potrà essere mantenuta anche negli anni successivi al primo, ma "mantenendo una residenza al di fuori della Regione sede dell’Università e conseguendo, entro la fine di ottobre di ciascun anno, almeno il 90% dei crediti formativi previsti dal piano di studi con una media dei voti almeno pari a 28/30 e non riportando alcun voto al di sotto dei 26/30". Criteri, dunque, piuttosto stringenti: chiunque abbia intenzione di fare richiesta per la borsa dovrà registrarsi tramite il portale Universitaly a questo link entro e non oltre il 26 settembre.