"Il Bonus Maturità? Dobbiamo ripensarci": parola di Ministro

Di Tommaso Caldarelli.

Stefania Giannini intervistata a Radio 1 parla di bonus e liceo di quattro anni

Sul Bonus Maturità c'è bisogno di riflettere bene, di ripensarci approfonditamente, di tornare sulla questione: lo ha detto Stefania Giannini, ministro dell'Istruzione, intervistata da Radio 1 questa mattina. La titolare del dicastero di Viale Trastevere ha affrontato vari temi nella sua intervista: dal bonus maturità, al liceo di quattro anni, alla storia dell'arte.

BONUS MATURITA', LE NEWS

IL BONUS MATURITA' - Partiamo dal bonus maturità. E' noto che la ministro è sostanzialmente favorevole ad una forma di valutazione del percorso scolastico: dopo la sua abolizione per mano del precedente ministro, la Carrozza, con ogni probabilità si aprirà un percorso che porterà, per l'anno prossimo, ad un ritorno di una qualche forma di bonus. Per ora il ministro si mantiene sul vago: "Il bonus di maturita' e' un 'tema delicato, che va visto nei pro e contro'', ''e' un capitolo da ripensare con attenzione". Per poi aggiungere: "La carriera scolastica di uno studente che lascia una parte importante di apprendimento, cioe' la scuola, per entrare all'universita', va considerata".

MATURITA', TORNA IL BONUS

LICEO DI QUATTRO ANNI - Altro fronte di diversità con la Carrozza, la scuola superiore di quattro anni. Secondo la Giannini la priorità non è la maturità un anno prima, anche se a questa ipotesi la neoministro non è contraria. "Il liceo di quattro anni 'e' una sperimentazione su cui ho bisogno di approfondire. E' un modello sperimentato anche in altri paesi, non ho pregiudizialmente nulla in contrario perche se i ragazzi escono prima e ben preparati va bene", ha detto la Giannini, aggiungendo anche qui che secondo lei la priorità d'azione è "la scuola media". Ultima affermazione della ministro: "Sono assolutamente d'accordo' a non eliminare lo studio della Storia dell'arte". Su questo fronte dovrebbero arrivare le prime risposte concrete.