La Beat Generation (II parte)

Di Redazione Studenti.

Approfondimento sul movimento artistico, poetico e letterario che si sviluppò negli Stati Uniti dopo il secondo dopoguerra: la critica al movimento in Europa e Jack Kerouac

La critica al movimento in Europa
I loro libri arrivarono in Europa , dove i critici assunsero il tipico atteggiamento della critica europea , di giudicare la letteratura americana esclusivamente in riferimento a quella europea. In Europa il movimento beat fu subito sminuito come imitazione dell'esistenzialismo francese del secondo dopoguerra.
Solo dopo qualche anno la prospettiva storica in America si è sviluppata e sono stati scritti volumi con lo scopo di differenziare la Beat Generation rispetto alla Lost Generation , rivoluzione attiva l'una e passiva l'altra , e per spiegare il rapporto tra tale passività ed il misticismo contemplativo della religione Zen.

La prosa di Kerouac venne studiata ed analizzata a fondo e si osservò che essa non considerava nemmeno l'esistenza del razionale, appoggiandosi solo alla realtà biologica e fisiologica. I beat non si preoccupano di distruggere mitologie o sovrastutture, essi rifiutano completamente il consorzio umano.
Nelle interviste i "maggiori" beat hanno affermato che il decennio del 50 ha segnato con la bomba atomica la fine dei tre mostri che hanno distrutto la gioventù dei precedenti trent’anni , Freud , Marx e Einstein. Se c'è una caratteristica inequivocabile nelle prime opere di Kerouac e Ginsberg è la loro aderenza entusiastica ai fatti più spiccioli della vita come fonte di ispirazione.
Questa ed altre caratteristiche li differenziano fortemente dai fenomeni letterari europei che sono sempre basati su esperienze intellettuali o ideologiche , prima che su esperienze pratiche o meccaniche.

Questo ci spiega la differenza tra certa poesia beat e le folgorazioni di Rimbaud o le illuminazioni di Blake , pur riconosciuti dai beat come gli europei più vicini alla loro poetica. Le visioni metafisiche di Ginsberg non sono concettuali come quelle di Rimbaud, ma sono deformazioni di immagini concrete, carnali , che possono andare da un semaforo ad un'insegna al neon. Allo stesso modo Kerouac, nonostante abbia letto tutti gli autori europei razionalissimi e intellettualissimi , considera come uno degli elementi necessari alla prosa moderna vivere la vita con passione e scrivere per la propria felicità personale. Kerouac consiglia di scrivere " con eccitazione , in fretta , fino ad avere i crampi , in accordo alle leggi dell'orgasmo". Si rifà in questo alla scrittura semi-ipnotica di Yeats.

Lo stile di Kerouac e il jazz
La base dello stile di Kerouac si rifà al jazz e da esso scaturisce anche la sua tecnica ed il ritmo serrato dei suoi libri. Le parole dello slang beat sono sempre violente , incisive , serrate e scelte tra vocaboli monosillabici , con infallibili effetti di tensione e potenza allusiva.
Della struttura jazzistica dello stile in cui lingua e linguaggio vennero piegati verso quegli effetti di intensità e vibrazione che sono le più connaturate caratteristiche di Kerouac, egli fu sicuramente consapevole fin dalle sue prime opere.

Il jazz a cui fa continui riferimenti Kerouac è il bop di cui creatore e campione idolatrato fu Charlie Parker. Caratteristica del bop era il distacco dalla melodia convenzionale , che procede secondo regole precise , per tentare la via di un'improvvisazione fine a se stessa , tale da assorbire melodie già esistenti.
Allo stesso modo la prosa di Kerouac si basa su una serie ininterrotta di variazioni sul tema principale che fa da perno e sostegno a tutto il periodo. I suoi periodi si basano su un'immagine che rimbalza come un tema musicale da una variazione all'altra e spesso viene rintracciata a fatica nel mare delle immagini laterali che costituiscono il periodo.

La vita di Kerouac e dei beat non finisce in rovina come quella dei dadaisti o degli espressionisti o dei surrealisti europei , ma comincia in rovina. Per i beat non c'è futuro e non c'è passato nel caos del mondo, esiste solo un istantaneo presente , inesplicabile e nemico, che solo la liberazione dalle dimensioni dello spazio e del tempo può far provvisoriamente superare.
Gli elementi per superarle sono fisiologici (come l'orgasmo) o mistici (come le visioni) o passionali (come il jazz) o artificiali (come la droga). La qualità fondamentale di Kerouac e dei beat va ricercata nell'intensità emotiva , nelle immagini dense e vibranti.

La cultura Beat ha segnato un'intera generazione (la Beat Generation) , quella del secondo dopoguerra , e ancora oggi a distanza di mezzo secolo risulta vitale e scoppiettante come altri movimenti non sono invece riusciti ad essere, perdendo negli anni la loro carica innovativa e rivoluzionaria.

>> La commercializzazione del fenomeno >>
<< La nascita del movimento e la critica negli Usa <<