Aule studio: vivi anche tu il dramma delle università

Di Francesca Ferrandi.

Aule studio sempre piene nelle università italiane: i risultati del nostro sondaggio

AULE STUDIO E BIBLIOTECHE UNIVERSITARIE – Sei uno studente universitario? Hai deciso di prendere seriamente la tua carriera accademica e di rimanere a studiare nella tua facoltà al di fuori dell’orario delle lezioni? Ebbene, potrebbe non essere così semplice. Non appena messo piede nell’aula studio/biblioteca della tua Università – sempre che tu ne disponga! – sarai infatti costretto a rassegnarti alla realtà dei fatti, che in maniera chiara e poco delicata si dispiegherà davanti ai tuoi occhi: per te, molto probabilmente, non c’è posto.
Stando ai risultati del nostro sondaggio, in cui abbiamo chiesto agli studenti universitari se avessero difficoltà a trovare posto nelle aule studio delle loro facoltà, solo il 29% ha infatti risposto di non riscontrare alcun problema a riguardo. Il 33% ha dichiarato di riuscire a raggirare l’ostacolo “sovraffollamento” arrivando molto presto all’università; infine il 38% – una percentuale considerevole – ha affermato di trovare l’aula studio perennemente piena.

IL SOVRAFFOLLAMENTO DELLE AULE STUDIO – Aule piene di studenti immersi nei libri, quindi? Non è esattamente così. Chiunque abbia frequentato l’università sa bene che, prima di doversi rassegnare all’idea di non trovare posto in aula studio, deve passare per la più terribile delle fasi: quella dell’illusione. Se ad un primo sguardo sembrerà infatti che di banchi e sedie libere ce ne siano a bizzeffe, un esame più attento porterà lo studente a scorgere quaderni, libri, computer, bottigliette d’acqua, cibo ed improvvisati segnaposto di ogni genere, e a capire così che quell’aula – pur contando solo 10 esseri umani al suo interno – è terribilmente piena e sovraffollata.
Lo studente fantasma – colui cioè che prende al mattino per poi sparire per l’intera giornata – è senza dubbio una delle categorie più diffuse nel sistema universitario italiano, e contribuisce di certo ad accentuare il problema del sovraffollamento delle aule studio. Si tratta però di un piccolo fattore che fa capo ad un problema decisamente più ampio e diffuso e a cui si dovrebbe porre rimedio: la carenza di posti adibiti allo studio nelle università.

Hai qualche proposta a riguardo? Vuoi raccontarci quello che accade nella tua facoltà? Scrivici!