Architettura e lavoro: ecco quanto guadagnerai

Di Maria Carola Pisano.

I dati AlmaLaurea che devi conoscere se superi il test Architettura 2017 e vuoi diventare architetto

ARCHITETTURA TEST

Segui il live sul test Architettura 2017 per conoscere domande e soluzioni della prova d'ingresso!

Sono esattamente 9.340 gli studenti oggi impegnati con il test d'ingresso ad Architettura 2017, in calo rispetto agli iscritti alla prova d'ammissione l'anno scorso (circa 800 in meno). Mentre gli altri test ad accesso programmato nazionale registrano più iscritti rispetto al 2016, quelli di architettura sono in calo. Può essere parzialmente spiegato attraverso i dati della condizione lavorativa e retributiva dei laureati? Per rispondere alla domanda ci vengono in aiuto i dati del Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea che ogni anno raccoglie le statistiche sui profili degli ex studenti universitari che hanno concluso il percorso di studi.

Architettura e lavoro: i dati AlmaLaurea
Architettura e lavoro: i dati AlmaLaurea — Fonte: istock

ARCHITETTURA, UNIVERSITA' E LAVORO

Il quadro che emerge dai dati AlmaLaurea è sicuramente di grande interesse per i ragazzi che oggi devono affrontare il test d'ingresso e anche per tutti gli studenti della facoltà, sia delle lauree triennali, sia di quella magistrale a ciclo unico. Gli intervistati sono i laureati del 2015, del 2013 e del 2011. Il primo dato che salta agli occhi è l'aumentare dell'età media al raggiungimento del titolo: si passa da 27,3 del 2011 al 27,6 del 2015. Dopo la laurea il 60% circa degli intervistati ha partecipato a un'attività di formazione come tirocinio, dottorato o master - sia universitari che privati -. Ora che abbiamo un quadro più chiaro del percorso formativo non ci resta che passare agli aspetti più importanti: la condizione occupazionale e retributiva.

COSA FARE DOPO LAUREA ARCHITETTURA

Per quanto riguarda il post laurea, quanti sono gli architetti che lavorano e quanto guadagnano? Dei laureati in Architettura nel 2015 lavora il 52% degli intervistati; il 77% dei laureati 2013 e l'82% dei laureati nel 2011: insomma, a cinque anni dalla laurea il 18% degli intervistati è ancora alle prese con la ricerca del lavoro. La retribuzione mensile netta è in media di 924€ per i laureati a un anno dal raggiungimento del titolo di studio; 1.135 a tre anni dalla laurea e 1.282 dopo cinque anni. Questi dati potrebbero spiegare in parte il calo degli iscritti alla prova d'ingresso di quest'anno? Non possiamo dirlo con certezza, ma probabilmente sarà utile conoscerli per tutti i ragazzi impegnati nella prova di ammissione.