Analista e progettista software, il lavoro del futuro molto richiesto e ben pagato

Di Marta Ferrucci.

Se vuoi lavorare scegli la strada della formazione 2.0. Da qui al 2015 da questo settore arriveranno 900.000 richieste di lavoro

Da qui al 2015 in Europa ci saranno 900.000 richieste di personale specializzato nel settore dell'information and communication technology, una domanda a cui non si sarà in grado di rispondere. Meno che mai ci riuscirà l'Italia, fanalino di coda dell'Internet Economy dove questa contribuisce solo al 2% del Pil nazionale.

LAVORO ALL'ESTERO: I PAESI CON PIU' OPPORTUNITA'

VUOI UN LAVORO SICURO E BEN RETRIBUITO? DIVENTA ANALISTA SOFTWARE - A sostenerlo è il rapporto think tank Glocus presentato alla fine del 2013 che sottolinea quanto sia debole l'Italia nell'economia 2.0. Come è possibile che a fronte di una disoccupazione crescente ci sia una fetta di mercato a cui non si riesce a fornire personale? Da noi - ma non solo - mancano orientamento e informazione che consentano ai giovani di scegliere anche in base a quelle che sono le prospettive occupazionali future.

LAVORI DEL FUTURO: LE PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI DA QUI AL 2030

PIU' ORIENTAMENTO = MENO DISOCCUPAZIONE - Probabilmente nessuno nel nostro Paese va a raccontare agli studenti, alla fine del 5° anno, quanto bisogno ci sia di analisti e progettisti software, come sia facile l'inserimento nel mondo del lavoro di queste figure professionali sia in Italia che all'estero e quanto siano alte e promettenti le prospettive di guadagno.

STIPENDIO ALTO GIA' ALL'INIZIO - In proposito Studenti.it ha intervistato il Prof. Giovanni Cantone, docente di Ingegneria e Progettazione del Software all'Università Tor Vergata di Roma che illustra la formazione e le grandi potenzialità di questo lavoro. Per avere successo in questo settore - dice Cantone - bisogna porre attenzione all'aggiornamento e alla formazione continua del professionista. Lo stipendio è alto, soprattutto all'estero, e puo' partire anche da 4000€ al mese a salire, a seconda delle capacità del laureato.

I DIPLOMI PIU' RICHIESTI DAL MERCATO DEL LAVORO

DOVE LAVORARE? OVUNQUE - Questa figura professionale è richiesta e lo sarà un po' ovunque. A fronte dei bisogni delle aziende, infatti, le persone preparate sono insufficienti e questo determina che, alla fine del corso di studi universitari, le aziende facciano a gara per aggiudicarsi i laureati.

L'INTERVISTA AL PROF. CANTONE