Grammatica Greca: Regole dell'aggettivo

Di Redazione Studenti.

Sintassi: L'Aggettivo (Regole - Coniugazione - Suffissi)

Argomenti trattati:
Regole - Coniugazione - Suffissi


Regole dell'Aggettivo

L' Aggettivo è la parola che descrive una qualità del sostantivo che accompagna.
Un aggettivo è sempre seguito o preceduto dal sostantivo a cui si riferisce.
Di solito, l'aggettivo precede il sostantivo, es.   , come in Inglese (a big house).
Talvolta viene dopo il sostantivo, es.   .
La differenza tra i due è che nell'ultimo caso enfatizzi l'aggettivo (), mentre nel precedente l'attenzione è concentrata sul sostantivo ().
Un ulteriore caso, in cui l'aggettivo può seguire il sostantivo si verifica quando è usato il verbo  (io sono).
Per esempio:
    (il padre è alto)
    (la casa è nuova)

L'aggettivo deve concordare con il sostantivo che caratterizza in genere, numero e caso.
Perciò, si dice:
  =la casa bella (neutro, singolare)
ma
  =la ragazza bella (femminile, singolare)
e
  =l'uomo bello (maschile, plurale)
Nota che il caso, numero e genere del sostantivo sono facili da determinare guardando la finale o (più semplice) l'articolo.

Persino quando l'aggettivo e il sostantivo che specifica sono separati dal verbo "" devono ancora concordare:
   
     

Un aggettivo può talvolta svolgere la funzione di sostantivo, specialmente quando il sostantivo è omesso o implicito.
Per esempio:
      = il buono, il brutto e il cattivo, allo stesso modo che capita in Italiano. In questo caso, è trattato come se fosse un sostantivo.