Affitti in nero università: quasi tremila studenti aiutati?

Di Tommaso Caldarelli.

L'intesa fra Comune e Guardia di Finanza dà i suoi frutti

Università, è guerra aperta agli affitti in nero che strozzano gli studenti. In moltissime città italiane stanno entrando a pieno regime delle intese fra gli atenei locali e la Guardia di Finanza proprio per evitare e intercettare i padroni di casa che affittano stanze ed appartamenti agli studenti senza dichiarare onestamente, poi, il proprio reddito. Ad esempio, a Roma, le Fiamme Gialle stanno tenendo sotto stretta osservazione ben 2900 casi.

 

FUORISEDE, LE NEWS

 

I CONTROLLI - La notizia la riporta Uninews24. Grazie all'"incrocio degli elenchi dei beneficiari di provvidenze pubbliche e di studenti alloggiati in abitazioni private con le banche dati in uso alla Guardia di finanza" le forze dell'ordine hanno intercettato quasi 3mila "potenziali evasori" e sono partiti i controlli: ad esempio, nei confronti di "un 60enne romano - proprietario di 12 appartamenti - che, dalla locazione, regolarmente registrata, di 8 di essi ricavava circa 7mila euro al mese", dimenticandosi poi di dichiarare il corrispondente reddito per 120mila euro.

 

AFFITTI, PAGARE IN NERO SARA' IMPOSSIBILE?

I TUOI DIRITTI - Quali sono i diritti degli studenti riguardo l'affitto? Quali sono i contratti che si possono ritenere "legali" per uno studente universitario? Lo spieghiamo diffusamente nell'inchiesta di Studenti.it sull'affitto in nero. Informati, conosci i tuoi diritti!

LEGGI QUI L'INCHIESTA SUGLI AFFITTI