"Abogado", ovvero diventare avvocato con la via spagnola

Di Marta Ferrucci.

Per diventare avvocati, la via spagnola sembra essere quella più veloce. L'esame per accedere alla professione di avvocato in Italia è un problema per moltissimi laureati in giurisprudenza che cercano qualsiasi escamotage per far fronte a questo ostacolo burocratico. Così è nato il mito della Spagna, che permette ai laureati di diventare avvocati senza fare salti mortali tra un esame di stato spesso insuperabile e anni di tirocinio presso uno studio legale. Ma è veramente così semplice diventare un abogado?

L'esame per accedere alla professione di avvocato, nel nostro paese, è un problema per moltissimi laureati in giurisprudenza che cercano qualsiasi escamotage per far fronte a questo ostacolo burocratico.

Sull'onda del "panico da esame di abilitazione professionale" è nato il mito della Spagna, la terra promessa dei laureati in legge che permette loro di diventare subito avvocati senza fare salti mortali tra un esame di stato spesso insuperabile e anni di tirocinio (spesso gratis!) presso uno studio legale. Ma è proprio così facile per un nostro laureato in giurisprudenza diventare un abogado?

Vediamo nel dettaglio tutte le procedure dalla A alla Z.

Come diventare avvocato in Spagna
Come diventare avvocato in Spagna

1) Per prima cosa è necessario rivolgersi telefonicamente all'ambasciata spagnola a Roma che vi metterà in contatto con l'ufficio competente. Questo risponderà in breve tempo fornendo tutte le informazioni possibili, inviando i moduli di domanda e l'elenco dei (pochi) documenti da produrre.

2) Questi vanno tradotti in spagnolo e portati a legalizzare al consolato spagnolo più vicino (cercare su internet nelle pagine bianche regione per regione), con una spesa di circa 10 € per foglio, e spedire il tutto all'indirizzo che vi sarà dato.

3) Dopo circa un anno sarà comunicato che la richiesta è stata accettata.

4) Nei sei mesi successivi saranno comunicati gli esami integrativi da fare e la richiesta della scelta dell'università presso la quale sostenere gli esami necessari all'omologazione.

5) E' necessario imparare bene lo spagnolo perchè gli esami si svolgeranno in questa lingua.

6) Superato questo iter si diventa 'abogado' e ci si può iscrivere ad un albo spagnolo; con il certificato d'iscrizione all'albo spagnolo si torna in Italia e ci si iscrive ad un albo speciale che ogni ordine provinciale deve avere. Per farlo è però necessario che l'avvocato spagnolo dimostri di essere iscritto come avvocato esercente nel foro spagnolo e di aver esercitato effettivamente la professione per un periodo non inferiore a tre mesi. Da questo momento si può operare in Italia (col titolo di abogado) appoggiandosi però per tre anni ad un avvocato regolarmente iscritto all'albo italiano.

7) Trascorsi i tre anni si richiede l'iscrizione all'albo normale, iscrizione che deve avvenire automaticamente.

I tempi descritti vi sembrano troppo lunghi? Con le migliaia di richieste che arrivano ogni anno alle università di Barcellona e Madrid questa attesa è inevitabile. Ma se vi rivolgerete ad altre università, come quelle delle isole Canarie, i tempi si accorceranno sensibilmente.

LINK UTILI

Documenti necessari
Tutti i documenti da presentare quando si richiede l'omologazione del titolo di studi italiano in Spagna