Abilitazione all'insegnamento: la verità sulla via spagnola

Di Valentina Vacca.

Viste le numerose difficoltà per conseguire l'abilitazione all'insegnamento in Italia, negli ultimi tempi sono sorte molte agenzie che propongono dei master a pagamento in Spagna che permetterebbero ai laureati italiani di conseguire l'abilitazione alla professione in poco meno di un anno. Tale titolo, a detta loro, sarebbe riconosciuto in Italia. Ma è tutto vero? Come funziona davvero l'abilitazione all'insegnamento in Spagna?

Dopo la chiusura delle SSIS conseguire l'abilitazione all'insegnamento in Italia è diventato davvero difficile; in teoria l'iter per poter diventare insegnante consiste nel frequentare per un anno un Tirocinio Formativo Attivo (TFA) istituito dalle università, durante il quale gli aspiranti professori esercitano l'attività di docenza presso una scuola secondaria affiancati da un tutor. Una volta svolto questo tirocinio, i candidati sostengono un esame finale al termine del quale viene rilasciato il titolo di abilitazione all'insegnamento. Purtroppo però il TFA ancora non è partito: si era detto che le selezioni per l'accesso ai tirocini si sarebbero svolte in autunno, ma ancora non si hanno informazioni precise a riguardo.

Poichè in Spagna la via da percorrere per l'abilitazione all'insegnamento è più immediata, ogni anno sono tantissimi gli aspiranti professori che maturano l'idea di recarsi nella penisola iberica per conseguire il titolo abilitante. Tuttavia però, capire come ottenere l'equiparazione del titolo di laurea e soprattutto scoprire esattamente qual è l'iter esatto da seguire per essere abilitati è piuttosto complicato. Per questo motivo sono sorte molte agenzie che, in cambio di soldi, si offrono di fare da tramite fra il laureato aspirante insegnante e le università spagnole che attivano dei master per il rilascio delle abilitazioni all'insegnamento.


Esse promettono di:

-occuparsi dell'omologazione del titolo di laurea e accertarsi della sua valenza;
-iscrivere gli aspiranti insegnanti ai master spagnoli di abilitazione per la docenza;
-avviare le pratiche per il riconoscimento del master al Ministero de la Educaciòn spagnolo e al Ministero dell'Istruzione italiano.

Ma a quanto ammonta la cifra che queste agenzie richiedono agli aspiranti insegnanti in cambio di questo presunto aiuto? Diciamo che essa non è propriamente irrisoria, visto e considerato che si parte dai 4000 euro, e si può arrivare anche a 10.000.

Nel corso degli anni i sindacati come l'Fgu Gilda e l'Anfis hanno espresso contrarietà nei confronti di questi pseudo corsi abilitanti e hanno esortato spesso il Ministero a far luce sulla questione.

Una cosa che non tutti sanno, e che in realtà è abbastanza difficile da scoprire, è che il Ministero dell'Istruzione ha emesso a febbraio di quest'anno un comunicato secondo il quale <<Si segnala la presenza in internet di numerose offerte formative, rivolte esclusivamente a cittadini italiani laureati, per il conseguimento di abilitazioni all’insegnamento di altri Paesi comunitari. Le abilitazioni così conseguite non appaiono conformi ai principi della Direttiva comunitaria 2005/36. L’Amministrazione ha avanzato richieste di chiarimenti alle Autorità competenti dei Paesi comunitari interessati. In tale attesa, i riconoscimenti di formazione professionale così conseguiti sono sospesi>>. Potete trovare il suddetto avviso direttamente nel sito del MIUR.



Ma come funziona l'abilitazione per gli aspiranti insegnanti spagnoli? Essi devono frequentare presso un'università il Master de Formación del Profesorado de Secundaria; in caso però gli aspiranti insegnanti abbiano alle spalle dei corsi di docenza impartiti durante la formazione accademica, o per contro abbiano totalizzato 12 mesi di insegnamento presso strutture scolastiche secondarie pubbliche o private, sono esenti dalla frequentazioni di questo master.

Ma quindi come devono agire i laureati italiani interessati a conseguire l'abilitazione all'insegnamento in Spagna senza affidarsi alle agenzie che si offrono di fare da intermediarie?

1. Ottenere l'omologazione del titolo di laurea in Spagna;
2. Frequentare un corso di lingua spagnola di livello almeno B1 che rilasci un certificato attestante la conoscenza della lingua;
3. Informarsi direttamente presso le università spagnole sui Master de Formaciòn de Profesorado de Secundaria

Per svolgere queste procedure non è necessario spendere migliaia di € per rivolgersi a degli intermediari.

Ad ogni modo ci teniamo ad informarvi che si tratta di procedure burocratiche abbastanza lunghe, e che spesso possono passare pure degli anni per portarle tutte a termine.
Rimane da capire solo una cosa: in caso si abbiano alle spalle 12 mesi di docenza e si ottenga l'omologazione del titolo di laurea, si è direttamente abilitati? Oppure è un'abilitazione che vale solamente in Spagna o ancor peggio da nessuna parte?

Vi siete mai rivolti alle agenzie di cui abbiamo parlato per l'abilitazione all'insegnamento o conoscete qualcuno che l'ha fatto?