Social Network, Internet, New Media

Di Redazione Studenti.

Spunti di riflessione della tipologia B, saggio breve o articolo di giornale, ambito tecnico-scientifico, per la prima prova della maturità 2009

Interessanti gli spunti e le citazioni fornite per sviluppare il saggio o l'articolo di giornale su Social network, Internet e new media. Una considerazione di Manuel Castells, sociologo spagnolo di fama internazionale, introduce l'argomento del peso sempre più rilevante assunto dalle reti nella società del terzo millennio. Gli spunti seguenti, relativi alla partecipazione, all'interazione e al problema della certezza delle fonti nel web 2.0 permettono ai maturandi di esprimere considerazioni partendo sempre dal loro rapporto personale e quotidiano con il web e con i social network più diffusi. I più preparati, per collegare il tema all'attualità più vicina, potranno senz'altro inserire considerazioni personali sul ruolo che alcuni social network stanno svolgendo nel passare al mondo le informazioni sulla complicata situazione post-elettorale in Iran. La citazione con un brano dello psicologo statunitense Daniel Goleman sulla trasparenza e l'immediatezza delle comunicazioni tra consumatori può essere la base per inserire nel tema di maturità un pensiero personale sulle differenze tra i vari media (televisione, radio, stampa, internet) e i pregi e gli eventuali difetti della comunicazione partecipata dei social network.

Si potevano inoltre toccare i seguenti punti:
- partenza dai primi mezzi di comunicazione di massa e quindi i quotidiani. Far notare come le notizie fondamentalmente possono essere veicolate. Il passo successivo è rappresentato dalla televisione in cui allo stesso modo vi è sempre un messaggio uguale indirizzato a molti soggetti;
- avvento di internet: velocità con cui le notizie possono essere trasmesse e soprattutto facilità di poterle pubblicare;
- il web 2.0 e i social network. I nuovi mezzi di comunicazione permettono di aumentare la propria rete sociale e di mantenerla, sempre e comunque attraverso un medium (il computer e internet);
- il numero di relazioni cresce a dismisura, ma tali relazioni sociali hanno un'intensità sicuramente minore;
- il concetto di privacy cambia: si può avere accesso facilmente ad alcune informazioni riguardanti una persona, ma è anche vero che si è a conoscenza che le informazioni immesse sono visibili;
- conclusione: non ha molto senso discutere se siano giusti o sbagliati i social network. Sono semplicemente un'evoluzione dei mezzi di comunicazione, come ce ne sono già state in precedenza (stampa, tv, blog) e come ce ne saranno ancora in futuro. Tali strumenti sono un ausilio nelle relazioni personali e non dovrebbero essere un mezzo sostitutivo. Va soprattutto fatto notare che rispondono esattamente al cambiamento che la società complessa (post-moderna) ci impone, cioè una vita sempre più frenetica, in cui le relazioni sociali diventano sempre più numerose, ma sempre più labili. Si pensi ad esempio a Bauman e al suo concetto di Liquidità. Sono quindi soltanto un adattamento dei mezzi di comunicazione rispetto alle richieste dell'ambiente esterno.