Orale maturità 2017: cosa fare e cosa non fare al colloquio

Di Valentina Vacca.

Esame orale maturità 2017: ecco l'elenco delle 10 cose da fare e delle 10 da non fare per riuscire a fare una bella figura al colloquio

ORALE MATURITA' 2017: COSA FARE E NON FARE DURANTE IL COLLOQUIO

Una delle prove di maturità meno amate dai maturandi è il colloquio, l'ultima prova dell'esame di Stato che costringe gli studenti ad un confronto diretto con i commissari. In questa prova si è da soli davanti alla commissione, in balia dei commissari esterni che sanno poco o nulla di te ed infatti è in questa prova, più che nelle altre, che ansia e tensione possono giocare brutti scherzi. Per partire con il piede giusto è importante innanzitutto presentarsi in modo adeguato, con l'abbigliamento giusto e avendo un comportamento corretto.

Come comportarsi all'esame di Maturità
Come comportarsi all'esame di Maturità

Più che di consigli, stiamo parlando di regole di buon senso che sarà utile adottare, considerando che tutto è finalizzato a dare alla commissione la migliore immagine di se'.
Secondo noi, e a quanto pare anche secondo i maturandi, ci sono delle cose consigliabili da fare durante il colloquio orale e altre invece che andrebbero proprio evitate. In questo cortometraggio tragicomico, un gruppo di maturandi di Messina fornisce utili consigli di comportamento da mettere in atto il giorno del colloquio.

ORALE MATURITA', COSA EVITARE

  1. Andare vestiti come se dopo doveste andare al mare (o comunque non indossare abiti consoni alla situazione)
    Non è vero che "L'abito non fa il monaco", al contrario! Che ci piaccia o no, le persone vengono giudicate - almeno in un primo momento - da come si presentano e quindi anche da come sono vestite. Un maturando che arriva davanti alla commissione vestito come se dopo dovesse andare al mare non riscuoterà molte simpatie. L'esame di maturità resta un momento formale della vita scolastica e come tale va affrontato anche dal punto di vista dell'abbigliamento.
  2. Arrivare in ritardo
    Inutile aggiungere (inutile?) che il giorno del colloquio dovrai arrivare puntualissimo. Anche questo dirà alla commissione qualcosa di te quindi, se sei un inguaribile ritardatario, il giorno dell'esame fai una eccezione.
  3. Farsi prendere dal panico
    Vietato farsi prendere dal panico! L'ansia, entro certi livelli, aiuta ad avere prestazioni migliori ma, se diventa incontrollabile, si rischiano veri e propri blocchi. Pensa che prima di te questo momento lo hanno affrontato milioni di ragazzi. E' l'ultima tappa dell'esame di maturità e tra pochissimo sarai in vacanza. Serve solo un ultimo sforzo!
  4. Essere troppo sicuri di se stessi
    Se ansia e insicurezza vanno bandite, anche un comportamento troppo sicuro - al limite dell'arrogante - va evitato come la peste.
  5. Sfidare il commissario
    Evita di sfidare i commissari e se sei una persona "fumantina" che perde le staffe con facilità fermati e pensa: il giorno dell'orale dovrai controllarti anche se nella tua testa potrai pensare di avere tutte le ragioni per arrabbiarti. Chi siede davanti a te sta lì per giudicare la tua preparazione ma non solo; sta in una posizione di forza ed è quindi fondamentale essere calmi e avere pazienza.
  6. Puntare tutto sul sarcasmo
    Simpatia sì (ma senza esagerare), sarcasmo no. Anche se in classe sei considerato il re del sarcasmo e tutti ridono alle tue battute, se ancora non l'avessi capito ora ti trovi in una situazione - e in una condizione - diversa. Quel che fa ridere i tuoi compagni può dar fastidio alle persone che hai davanti, alcune delle quali neanche conosci.
  7. Utilizzare un lessico inappropriato
    Il tuo italiano, il giorno dell'orale, dovrà essere impeccabile. Evita di usare termini dialettali che non è detto che tutti conoscano ma che, soprattutto, in questo contesto sono del tutto fuori luogo.
  8. Fare scena muta
    Vietato fare scena muta: all'orale si parla, si ascolta e si risponde e se qualcosa non te la ricordi meglio ammetterlo e passare ad altro. Oppure, cercare di saltare abilmente dall' argomento meno conosciuto ad un altro in cui sei più ferrato. Meglio questo delle classiche scuse tipo: "stanotte è scappato il criceto e dal dispiacere non capisco più nulla!".
  9. Parlare a raffica
    Viceversa, evita di parlare a raffica solo per dimostrare di sapere quello che ti è stato chiesto. Fermati a pensare e cerca di rispondere nel miglior modo possibile, con un buon italiano e senza dilungarti troppo.
  10. Fare baldoria la notte prima dell'orale
    Evita di fare baldoria la notte prima dell'orale. E' fondamentale arrivare all'esame riposati e lucidi per poter dare il meglio di se'. Una mente offuscata dal sonno e dai bagordi della notte prima non è certo in grado di garantire prestazioni ottimali.

COLLOQUIO MATURITA', COMPORTAMENTI CONSIGLIATI

Fino a qui abbiamo parlato dei comportamenti da evitare mentre ora vediamo quali sono quelli caldamenti consigliati. Essere gentili con i commissari, ad esempio, è la prima indicazione: si saluta cordialmente e si stringe la mano a tutti i commissari prima di sedersi e, alla fine, prima di andare via.
Cerca di dimostrarti il più sciolto possibile: affrontare gli argomenti con disinvoltura farà capire ai commissari che sei padrone della situazione, oltre che del tema trattato.
Fai vedere che sei maturo: l'esame di maturità serve a verificare le conoscenze che hai appreso negli ultimi anni che non significa ripetere a pappagallo quello che hai studiato bensì a dimostrare che sei in grado di rielaborare i concetti, farli tuoi, esporli aggiungendo il tuo pensiero, il tuo punto di vista.

Ecco, qui di seguito, il decalogo dei comportamenti consigliati per l'esame di Maturità:

  1. Esercitare molto l'autocontrollo
  2. Essere gentili con il commissario
  3. Dimostrarvi più sciolti possibile
  4. Puntare tutto sulla pietà
  5. Usare classiche scuse in caso non si sappia rispondere
  6. Far credere al commissario che sei maturo e preparato
  7. Parlare a raffica con lo scopo di stancare il commissario
  8. Presentarsi in splendida forma
  9. Girare attorno a una domanda fino ad arrivare alla risposta
  10. Saper tenere un discorso in inglese usando tutte le parole che sapete